Il Covid tornerà prepotentemente nelle prossime settimane: l’allerta dell’Ema

La pandemia non è finita e il Covid ritornerà a colpire pesantemente nelle prossime settimane. L’Ema lancia la bomba.

Una nuova ondata di Covid giungerà inesorabile a breve. L’Agenzia Europea per i Medicinali mette in allerta i cittadini.

Covid ondata
Canva

Non c’è pace, affermazione adatta sotto diversi punti di vista. Se da un lato aumentano i timori per una guerra mondiale, dall’altra parte giunge notizia di un nuovo attacco Covid. E se nel primo caso a determinare il futuro degli abitanti del pianeta sono gli uomini con le loro manie di grandezza e di potere, nel secondo caso la vita è nelle mani di un virus. Un virus che abbiamo imparato a conoscere negli ultimi due anni e mezzo ma di cui ancora si sa ben poco dato che non si riesce a gestire efficacemente. Arriva, porta morte e dolore, sembra lasciarci ma poi basta una previsione dell’Ema a gettare nuovamente nello sconforto. Le sotto-varianti Covid non sono finite, presto ne arriveranno delle altre a sottolineare come la pandemia sia ancora in atto. L’allerta sarà reale o è solo un modo per riprendere le vaccinazioni e far cominciare a girare di nuovo i soldi?

Covid, la nuova ondata secondo le previsioni Ema

Marco Cavaleri, responsabile della strategia vaccinale dell’Agenzia europea dei medicinali, mette in allerta i cittadini in relazione all’arrivo di una nuova ondata Covid. Nello specifico, presto conosceremo da vicino Omicron BQ1, al momento identificata in almeno 5 Paesi. Non solo, a farle compagnia arriverà la sotto-variante Omicron BQ1.1.

Tra metà novembre e dicembre dobbiamo aspettarci, dunque, un nuovo aumento dei contagi? Al momento non si conosce la contagiosità della nuova variante Omicron né la sua forza. L’unica certezza è che è in grado di bypassare i vaccini e l’immunità costruita mediante vaccinazione, anticorpi monoclonali disponibili o guarigione da Covid.

La raccomandazione dell’Ema è di procedere con la vaccinazione soprattutto dei bambini con malattie di base per diminuire i rischi di ricovero e morte. In più, l’Agenzia informa che sono ancora in corso le revisioni di due vaccini adattati contro il Covid ossia Sanofi e Hipra.

I dati della pandemia ad oggi

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 35.043 nuovi casi Covid 19 con 93 vittime. Il tasso di positività è del 16,16% con 216.735 tamponi antigenici eseguiti. Dall’inizio della pandemia sono stati accertati 23.443.429 secondo l’ultimo aggiornamento del Ministero della Salute.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 227 con 24 ingressi giornalieri. Nei reparti ordinari, invece, sono ricoverate 7.019 persone e, in totale, i positivi attualmente registrati sono 498.269. Il numero dei decessi dall’inizio della pandemia è di 178.846 persone.

Impostazioni privacy