È una bufala! Le immagini di buongiorno e buonanotte su WhatsApp sono salve

Un’enorme bufala circola su WhatsApp creando allarmismo intorno alle immagini di buongiorno e buonanotte. Scopriamo la verità.

Nessun virus si nasconde dietro le immagini di buongiorno e buonanotte che tanti utenti inviano tramite social. Gli esperti in sicurezza tranquillizzano i cittadini.

Bufala immagini WhatsApp
Canva

Ogni giorno migliaia di “Buongiorno” e “Buonanotte” circolano su WhatsApp ed altri social. Il saluto accompagna l’inizio o la fine della giornata di tantissime persone, è diventata un’abitudine di cui molti fanno a meno ma che per altri è una forma di vicinanza che rallegra l’animo. Poi inizia a circolare un messaggio sull’app di messaggistica. “Foto. Ti passo l’avviso. Per favore avvisa tutti i contatti della tua lista di non aprire e inviare foto di buongiorno e buonanotte. Ce ne sono alcune che sono virus e formattano il cellulare. Attenti è molto pericoloso“. Il contenuto della chat è stato riportato anche in diversi telegiornali – RAI TV, Sky TG 24, LA 7 – ma si tratta solamente di una grande bufala.

Bufala sulle immagini di buongiorno e buonanotte

Nessun virus si nasconde dietro le foto, l’allarmismo è inopportuno e il messaggio che circola su WhatsApp è solamente una bufala. Si tratta della solita catena che mira a creare allarmismo e disagio tra gli utenti. Non c’è nulla di vero assicurano gli addetti ai lavori. Minacce dietro un buongiorno o una buonanotte inviata su un social non ce ne sono. 

La paura degli utenti è lecita. Quotidianamente circolano sul web e sui social numerose truffe dai biechi scopi. Ma, in questo caso, bisogna stare tranquilli. Nessuna immagine del buongiorno e della buonanotte ha il potere di formattare un cellulare. Se dovesse arrivare la catena, dunque, bisognerebbe avvertire il mittente che si tratta di una grande bufala e invitarlo a non continuare con l’inoltro del messaggio.

Le catene su Whatsapp, come individuarle

Le catene inviate su WhatsApp hanno il semplice scopo di convincere il destinatario a continuare ad inoltrare il messaggio. Non sono un’invenzione tecnologica, sono nate intorno agli anni ’50 ma sicuramente oggi la diffusione è molto più rapida. Per individuarle occorre conoscere quali sono le tipologie esistenti. Ci sono le pure fake news, informazioni false che vanno verificate prima di essere rigirate (quanti personaggi famosi sono morti pur essendo vivi nel mondo delle catene). Poi ci sono le catene che promettono fortuna inoltrando il messaggio; quelle che incutono timore del perdere una persona cara non diffondendo il testo, quelle truffa che chiedono soldi e le catene che propongono giochini innocui.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Diffidare, dunque, da questi tipi di messaggi. Interrompere una catena non avrà conseguenze anzi, a volte, potrà limitare i danni. Per quanto riguarda la bufala delle immagini del buongiorno e della buonanotte si può ipotizzare che tutto sia partito da una persona che non aveva più voglia di ricevere foto al mattino e alla sera. Non ha trovato altro modo che avviare una catena di falsità.