Carta prepagata utilizzata anche dai cattivi pagatori senza problemi con la banca: è vero

La carta prepagata con IBAN può rappresentare un’alternativa al conte corrente e utile per i cattivi pagatori o soggetti protestati.

Il cattivo pagatore è una persona che per vari motivi non è riuscita “a stare al passo” con i pagamenti di una somma di denaro.

carta prepagata
Canva

La conseguenza è l’iscrizione nel Registro informatico dei protesti e abbiamo visto che si può essere cattivo pagatore anche solo per un bollettino non pagato, la segnalazione al CRI può creare seri problemi.

La carta prepagata può essere utilizzata anche dai cattivi pagatori e senza avere problemi con la banca

Un cattivo pagatore o un soggetto protestato avrà difficoltà ad aprire un conto corrente perché nessun istituto di credito si fiderebbe. La migliore alternativa è una carta prepagata con IBAN che offre una soluzione simile a quelle di credito.

Questa carta non crea problemi ai protestati perché i soldi versati sono dello stesso possessore della carta, dunque, non si ricevono soldi dalla banca. Di conseguenza, i rischi per l’istituto di credito sono ridotti o non presenti.

Inoltre, se possiede l’IBAN sarà possibile far accreditare lo stipendio, ricevere e fare bonifici e tante altre operazioni. Ovviamente, potrà essere usata solo se l denaro è caricato sulla carta in precedenza.

Viabuy Mastercard: prepagata, anonima e con IBAN

La carta ideale per un cattivo pagatore o protestato è Viabuy è una carta del circuito Mastercard prepagata estera, anonima emessa da una società con sede in Gran Bretagna, la PPRO Finacial, e con IBAN personalizzabile. Tra l’altro, per chi la richiede non sono previsti alcun tipo di controllo sui redditi.

Per richiederla bisogna visitare il sito www.viabuy.com/it oppure scaricare l’applicazione mobile e selezionare l’opzione Ordinare la carta. In qualsiasi modo si richieda in seguito sarà necessario compilare il modulo oppure registrarsi per inserire i propri dati e scegliere l’estetica della carta. Senza dimenticare, indirizzo al quale inviare la prepagata e pagare la tariffa.

Abbiamo detto in precedenza che la Viabuy è una carta anonima. Infatti, dispone di tre livelli di anonimato e più alto è il livello e minore sarà anonimato ma si potranno ottenere massimali più alti.

Nello specifico il livello ADV1 ha un limite annuo di ricarica di 1.000 euro e mensile di 200, ma per attivarla non servono documenti.

Invece, se per attivare il livello ADV2 serve la carta di identità. In cambio: limite annuale di 15mila euro; limite mensile tra 200 a 1.000 euro. In questo caso, si deve effettuare una ricarica tramite bonifico bancario. Infine, c’è il livello ADV3 che richiede documenti certificati, ma non vi è nessun limite di ricarica.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Costo di Viabuy

La carta prepagata Viabuy ha un costo iniziale di 69,90 euro che serve come quota di emissione, rilascio e attivazione della carta. Il canone mensile è di 2 euro, ossia all’anno sono 19,90 euro.