Bancomat, la truffa che sconvolge: attenti ai contanti, come funziona

In tema bancomat, occorre prestare attenzione ad una truffa che allarma: a cosa stare attenti, c’entrano banconote e contanti, di che si tratta

Tanti gli elementi a cui prestare attenzione quando si parla di truffa, come nel caso del bancomat e di contanti e banconote: in cosa e in quale rischio si potrebbe incappare, ecco cosa tener presente.

bancomat truffa
Canva

Via via che la tecnologia si sviluppa ed entra sempre maggiormente nelle vite delle persone, le truffe per così dire ‘tradizionali’ in assoluto magari calano in numero, pur senza sparire, e comunque lasciando spazio alle truffe online, come in questo caso che coinvolge gli hacker.

Tuttavia, ci sono ancora tanti che preferiscono il contante e che potenzialmente è esposto al rischio della truffa oggetto di approfondimento, dal momento che i contanti sono da sempre attenzionati da malintenzionati.

In generale, le tecniche possono esser diverse tra di loro, ma il fine è il medesimo, ovvero la sottrazione di quanto ritirato allo sportello.

Prima che vi fosse lo sviluppo del pagamento digitale, ciascuno doveva andare presso gli ATM al fine di poter ritirare gli importi oggetto di spesa quotidiani o settimanali che fosse. In linea di massima si tendeva a non andare da soli oppure in taluni orari, onde evitare il rischio di incappare in situazioni spiacevoli.

Con la diffusione delle app e della gestione economico-finanziare online, si pensi ai conti correnti online, in generale sono in minor numero coloro che si recano con frequenza agli sportelli. Ma si tratta di una pratica che comunque riguarda ancora tanti, e soprattutto sebbene non soltanto – si legge – le persone anziane.

Ma in cosa consiste dunque la truffa del bancomat e a cosa gli anziani e in generale tutti devono stare attenti?

Bancomat, attenzione alla truffa: a cosa stare attenti e occhio a questi aspetti

Occorre dunque prestare grande attenzione e usare cautela, quando in generale si parla di truffe e bancomat, e si pensi in tal senso a questi tre casi da conoscere per non correre rischi.

Tornando però al punto in oggetto, sono in tante le persone affezionati all’abitudine, a banconote e ai contanti che di volta in volta si recano presso gli ATM o allo sportello della Posta ad esempio per il ritiro della pensione, per portare tutto a casa e gestire le proprie finanze del mese.

I rischi potenziali non mancano, si legge, e a tal riguardo si fa riferimento in particolare alla truffa del bancomat. Nel dettaglio, vede il posizionamento di una banconota, da parte dei malintenzionati, in terra, nei pressi dello sportello. E vede la presenza quantomeno di 2 persone.

Mentre il soggetto è intento a ritirare i propri importi, viene spiegato, uno dei due malintenzionati si posiziona vicino lo sportello. Mentre il soggetto è intento a ritirare i propri importi, il malintenzionato memorizza il PIN della carta. Al contempo l’altro oppure gli altri gettano una banconota nei pressi della potenziale vittima della truffa.

Ecco che quest’ultima viene distratta da uno dei malintenzionati, nello specifico chiedendo se quella banconota appartenga a lui. Allo stesso tempo, il complice va a sostituire la carta con una identica.

Rischio truffa, alcuni consigli su comportamenti e cautele

Al fine di evitare che ciò si verifichi, occorre anzitutto prestare attenzione e grande cautela, così come tener presente alcuni comportamenti. Anzitutto, si legge, evitare di ritirare somme alte e contanti in luoghi isolati e/o dalla scarsa illuminazione.

In secondo luogo, andarci in compagnia, quindi accompagnati all’ATM da una persona di cui ci si fida, un familiare ad esempio. Prestare attenzione a coprire per bene il tastierino mentre si compie l’operazione di inserimento del PIN.

E ancora, non interagire con altri durante la fase del ritiro e porre subito al riparo ed in sicurezza contanti e carta ad operazione giunta a termine. Evitare di allontanarsi dallo sportello con denaro contante e carte visibili ad altri.

È opportuno ed importante approfondire il tema per informarsi maggiormente sulle precauzioni e gli aspetti a cui prestare attenzione per questa e per altre potenziali truffe. Occorre sottolineare e ribadire che bisogna stare attenti a quelle del bancomat, ma anche a quelle online ed altro ancora, allo stesso tempo.

Qui sul sito di Abi.it un vademecum con alcuni preziosi consigli ed elementi da sapere.

Qui invece, un approfondimento sull’impiego della carta su Internet, sul portale della Polizia Postale

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Raccontaci una truffa subita o se si ha il dubbio di vivere una situazione di raggiro o frode. Il team si avvale di Esperti che potranno consigliare cosa fare per tutelarsi. Inviare una mail con i propri dubbi o quesiti qui: Segnalazione truffe