Nostradamus aveva ragione? Le quartine che profetizzano la Terza Guerra Mondiale nel 2023

Chissà se Nostradamus aveva ragione e vedremo scatenarsi la Terza Guerra Mondiale. Ecco cosa riportano alcune quartine. 

Il libro del noto profeta si chiama appunto Profezie e molto probabilmente tanti di noi lo hanno letto. O almeno di sicuro ne abbiamo sentito parlare.

Nostradamus aveva ragione
Canva

Nel suo libro, Nostradamus ha previsto tantissimi eventi a livello globale. Politici, naturalmente e anche catastrofi naturali, guerre e carestie. Le sue parole continuano a suscitare interesse nonostante siano talmente ambigue che potremmo ricavarne una miriade di interpretazioni diverse.

Fatto sta che su alcune questioni sembra che ci abbia “azzeccato davvero”. Secondo alcuni “sostenitori” di Nostradamus, egli avrebbe visto con largo anticipo le due guerre mondiali, l’ascesa di Hitler, e persino l’attacco alle Torri Gemelle. Di cui proprio pochi giorni fa è stato celebrato il 21esimo anniversario.

Andando anche oltre quello che è il nostro tempo, secondo Nostradamus nel 3797 potrebbe avvenire la fine del mondo, probabilmente a causa di una eruzione solare. Molte sono le profezie che potremmo citare ma oggi ci soffermiamo proprio sulla previsione di un conflitto mondiale imminente, e il pericolo di attacchi con armi nucleari.

Nostradamus aveva ragione? Le quartine che profetizzano la Terza Guerra Mondiale nel 2023

Nostradamus non è altri che lo pseudonimo di Michel De Nostredame, un personaggio nato nel 1503 a Saint Rémy de Provence, e morto nel 1566. Astrologo, scrittore e speziale, tra le altre cose ha scritto un libro dove annuncia i fatti riguardanti il futuro dell’umanità. Il famoso libro è costituito da 947 quartine in rima, raccolte in gruppi di 100, ed è datato 1555.

Secondo alcuni, in determinate quartine le profezie di Nostradamus riguardano il 2022 e il 2023. E ciò che predice non è davvero confortante. Gli esperti hanno esaminato le seguenti previsioni:

“Di sangue e fame maggiore calamità – Sette volte appreste alla spiaggia marina – Monech di fame, luogo preso, prigionia”. E poi: “Sotto il clima babilonese opposto – Grande sarà senza effusione”. In un altro passaggio: “I templi sacri del primo stile romano – Rifiuteranno le fondamenta della Dea. Tutto intorno alla grande Città – Saranno i soldati alloggiati dai campi e dalle città” e “L’improvvisa morte del primo personaggio – Porterà un cambiamento e potrà porre un altro personaggio nel regno”. Infine: “Verso la mezza siccità estrema – Nella profondità dell’Asia diranno terremoto”. Non mancano previsioni su “gente morta di malvagità”, 7 mesi di “fame, fuoco, sangue, peste e una doppia dose di tutti i disastri“.

Le interpretazioni possono essere davvero molte. Sempre secondo gli esperti alcune frasi citerebbero i cambiamenti climatici, altre la fine dell’Unione Europea, con la morte di un grande leader. Fame e prigionia e, come se non bastasse, la Terza Guerra Mondiale.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

L’unica speranza è che le profezie di Nostradamus NON si avverino, come sembra sia successo altre volte nel corso della Storia. Certamente viviamo in un momento molto delicato e che provoca l’ansia e la preoccupazione di tutti.