Bonus, vuoi un’alternativa alle banche? Prova gli sportelli Postamat: ecco come funzionano

Gli sportelli ATM Postamat sono una consuetudine ormai in molti centri abitati e di fatto rappresentano un’alternativa al classico sportello ATM bancomat. Ecco cosa sono e che cosa permettono di fare.

Oggi molte persone preferiscono rivolgersi alle Poste per compiere quelle operazioni tipicamente effettuabili presso uno sportello ATM bancario.

postamat
pixabay

Come? Grazie ai cosiddetti sportelli ATM Postamat, presenti su tutto il territorio nazionale. D’altronde vero è che i contanti sono oggi meno utilizzati che in passato e in molti preferiscono servirsi di una carta di pagamento oppure di un bonifico: ecco perché anche i Postamat stanno riscuotendo successo.

Non vi sono dubbi insomma: i pagamenti elettronici sono sempre più diffusi e perciò non deve stupire la diffusione e l’utilizzo degli sportelli Postamat, che di fatto costituiscono l’equivalente degli sportelli bancomat. Come funzionano? A che cosa servono? Ecco tutti i dettagli fondamentali.

Cos’è uno sportello Postamat e a che cosa serve?

Il Postamat è in pratica lo sportello ATM collocato nei pressi degli uffici postali presenti sul territorio del nostro paese. Il meccanismo del Postamat è lo stesso di un normalissimo bancomat: al cliente è sufficiente immettere la propria carta di debito nella fessura ad hoc, digitare il codice pin segreto in modo da entrare nel proprio menù su schermo e utilizzare le funzionalità desiderate.

Chiaramente essendo uno sportello che fa capo alle Poste, l’apparecchiatura funziona inserendo ogni tipologia di carta di pagamento emessa da questa società. Pensiamo dunque a conto BancoPosta, Postepay Standard ed Evolution e Carta Libretto. In ogni caso, il cliente potrà prelevare il denaro contante e svolgere altre operazioni.

Un po’ più nel dettaglio, conto BancoPosta permette di accedere al proprio conto corrente postale in piena libertà, mentre la carta Postapay – dal punto di vista tecnico – rappresenta una carta prepagata, di fatto slegata dal conto corrente. In buona sostanza, se il cliente effettua il prelievo allo sportello Postamat con la sua Postepay, semplicemente scalerà una somma dal totale dell’importo in precedenza caricato. In breve, ricordiamo ancora che la Carte Libretto permette invece di compiere operazioni sul proprio libretto di risparmio postale, in modo pratico e veloce.

Sportello Postamat e sportello bancomat: due nomi differenti ma funzioni sostanzialmente identiche

Se ci si chiede come funziona lo sportello Postamat, la risposta che diamo con sicurezza è che non è molto diverso dallo sportello bancomat, anzi. La sola reale differenza è che l’apparecchiatura in oggetto è collocata presso gli uffici delle Poste e non presso le filiali degli istituti di credito.

Quasi una ‘fotocopia’ dello sportello ATM delle banche, lo sportello ATM Postamat è quello che il cliente delle Poste può trovare presso le sedi locali di questa notissima società, che oggi svolge un’ampia pluralità di funzioni.

Ebbene, proprio come presso lo sportello ATM bancomat, anche presso il Postamat il cliente che abbia un conto corrente aperto potrà svolgere una serie di operazioni, che vanno oltre il semplice prelievo del contante.

Inoltre proprio come lo sportello ATM bancomat, anche il Postamat è sempre aperto, a qualsiasi ora del giorno e della notte. Per questo motivo il cliente può gestire in autonomia le operazioni da svolgere. D’altronde l’apparecchiatura è stata progettata e realizzata per essere usata con facilità da qualsiasi cliente, in modalità self service. In altre parole, non è necessario l’intervento o l’assistenza del personale. Ciò ovviamente tranne i casi di malfunzionamento e guasti.

Postamat: quali operazioni permette di compiere al correntista?

Come abbiamo appena detto, il Postamat è uno sportello che semplifica la vita al cliente perché consente operazioni varie quali:

  • la visualizzazione del saldo e della lista dei movimenti e operazioni del proprio conto (o del libretto o della carta prepagata), proprio come si verifica allo sportello ATM bancomat o presso qualsiasi filiale bancaria;
  • la ricarica della Postapay;
  • il ritiro dei soldi in contanti;
  • il pagamento delle bollette;
  • l’associazione del numero di cellulare al conto corrente BancoPosta o alla carta prepagata Postepay.

Inoltre, negli sportelli Postamat più evoluti il cliente è ulteriormente facilitato. Come? Ebbene, egli potrà compiere il prelievo di denaro senza carta di pagamento da immettere nel dispositivo. Si tratta della tecnologia detta “cardless”, la quale permette di accedere alle funzionalità dello sportello ATM Postamat con il proprio smartphone: basta infatti inquadrare il QR code sul display.

Attenzione però: l’utente deve ricordare che per effettuare un prelievo di denaro da un Postamat senza usare carta è necessario che nel proprio cellulare sia stato fatto il download delle app delle Poste (app Postepay e app BancoPosta). Grazie ad esse una volta “preso” il QR Code, il cliente potrà accedere al proprio conto (o alla propria carta prepagata) per compiere l’operazione desiderata (immettendo il pin personale).

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Pertanto con questo iter assai tecnologico, sarà possibile usare il Postamat senza carta di pagamento in tasca e senza sfiorare lo sportello dell’apparecchiatura. Una comodità non da poco.