Disabili legge 104/92 art.3 comma 1: le agevolazioni meno conosciute

La legge 104 prevede una serie di agevolazioni per le persone con disabilità, con differenze tra l’art. 3 comma 3 e l’art. 3 comma 1.

Infatti secondo l’articolo 3 comma 1 una persona con disabilità presenta “una minorazione psichica psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione”. 

legge 104 agevolazioni
Foto Pexels

Mentre in una persona disabile, secondo l’articolo 3 comma 3, si trova in una situazione di gravità. In questo caso, si legge sul testo, la minorazione ha ridotto l’autonomia personale, in relazione all’età, rendendo necessario “un intervento assi­stenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione”. Sono le commissioni mediche ASL a stabilire se una persona è ‘portatore di handicap’ oppure ‘portatore di handicap grave’.

Le persone con disabilità ai sensi della legge 104/92 art.3 comma 1 possono comunque avere accesso ad alcuni vantaggi a livello fiscale.

Legge 104/92 art.3 comma 1: il quesito

“Sono un dipendente pubblico volevo sapere che tipo di agevolazione potrei avere con un’invalidità del 50% e 104 comma 1.”

Le agevolazioni per disabili nel settore auto

Possono usufruire di determinati benefici nel settore auto:

  • i non vedenti e sordi;
  • i disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento;
  • le persone disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni;
  • i disabili con ridotte o impedite capacità motorie. 

I punti 2 e 3 riguardano i disabili gravi secondo la legge 104/92 comma 3 dell’articolo 3. L’ultimo punto riguarda chi non presenta gravi limitazioni delle capacità di deambulazione: le agevolazioni sono però condizionate all’adattamento del veicolo. Possono accedere ai vantaggi anche i familiari che abbiano fiscalmente a carico il disabile, sempre a patto che il mezzo sia utilizzato a suo beneficio. Gli incentivi sono validi non solo per le autovetture, ma anche per alcuni mezzi specifici, autocaravan, motocarrozzette, motoveicoli per il trasporto promiscuo.

Le misure previste sono:

  • una detrazione IRPEF del 19% per l’acquisto di auto nuove o usate su un importo massimo di 18.075,99 euro (comprese le spese di riparazione del veicolo);
  • l’IVA agevolata al 4% invece del 22%;
  • esenzione dal pagamento del bollo;
  • esenzione dal pagamento dell’imposta di trascrizione al Pubblico Registro Automobilistico.

Agevolazioni in ambito sanitario 

Altri vantaggi a cui le persone con disabilità ai sensi della legge 104/92 art.3 comma 1 possono accedere sono:

  • la deduzione dal reddito delle spese mediche generiche, come l’acquisto dei farmaci, e delle spese di assistenza specifica. Ad esempio quella infermieristica e riabilitativa;
  • una detrazione del 19% sulle prestazioni mediche specialistiche (eccedenti l’importo di euro 129,11). Ma anche, ad esempio, per l’acquisto di mezzi d’ausilio alla deambulazione, per l’adattamento dell’ascensore per l’utilizzo della carrozzina, il trasporto in ambulanza o per l’acquisto di strumentazione tecnico/informatica che favorisca autosufficienza e integrazione;
  • una detrazione del 19% per le spese riguardanti gli addetti all’assistenza in caso di non autosufficienza per gli atti della vita quotidiana. Il reddito complessivo non deve essere superiore a 40mila euro e il limite di spesa è di 2.100 euro.

Le agevolazioni per l’abbattimento delle barriere architettoniche

Per gli interventi effettuati con lo scopo di eliminare le barriere architettoniche, la normativa prevede tre possibilità:

  • la detrazione Irpef al 50% (su una spesa massima di 96mila euro) per ristrutturazione edilizia dell’immobile, disciplinata dall’articolo 16-bis del Tuir (comma 1, lettera e);
  • la detrazione del 75%, valida solo per l’anno 2022, introdotta dalla legge n. 234/2021 (legge di bilancio 2022);
  • il Superbonus del 110% previsto per gli interventi “trainati”, se eseguiti congiuntamente a determinati interventi definiti “trainanti”, come l’isolamento termico delle superfici opache o la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti. 

Altre agevolazioni legge 104/92 art. 3 comma 1

Altre agevolazioni riservate a persone con disabilità sono:

  • riduzione del 50% sul canone mensile per telefonia fissa;
  • esenzione ticket sanitario (con percentuale di invalidità dal 67%);
  • contrassegno disabili per circolazione e sosta;
  • contributo ASL per adattamento veicolo del 20% se in possesso di patente speciale;
  • accesso alle liste di collocamento mirato. 

Agevolazioni per disabile non in situazione di gravità

Nel caso specifico descritto dal lettore, è possibile avere accesso a una serie di benefici, tenendo comunque conto della percentuale e del tipo di disabilità, nonché delle proprie esigenze.

Se hai dubbi o vuoi porre una domanda di carattere previdenziale, fiscale e legge 104, invia qui il tuo quesito.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base