Lavorare nella contabilità a tempo indeterminato e solo col diploma si può: ecco l’occasione di una vita

C’è la possibilità di lavorare nel mondo della contabilità senza aver conseguito per forza una laurea: ecco l’offerta da non farsi sfuggire.

Il mondo della contabilità ha bisogno di nuove risorse e non sempre è necessario che le stesse posseggano un titolo di laurea. E, infatti, è questo il motivo fondamentale per dare un’occhiata alla nuova proposta di lavoro.

contabilità lavoro
Adobe Stock

Stiamo parlando, più nel dettaglio, di un bando di concorso emanato lo scorso 12 luglio 2022 sul bollettino numero 55 della Gazzetta Ufficiale. Il concorso in questione, ovviamente pubblico, è stato bandito da un Comune del Nord Italia. Per la precisione, stiamo parlando del Comune di Quarrata, situato nella Provincia di Pistoia, e quindi nella Regione della Toscana.

La selezione concorsuale in questione si articolerà in due modi. Infatti, la stessa sottoporrà i suoi candidati sia allo svolgimento di prove d’esame che alla valutazione dei titoli posseduti. Il profilo per cui ci si candida è quello di istruttore amministrativo e contabile. I posti messi a disposizione sono soltanto tre. Tuttavia, si tratta comunque di una grande occasione almeno da tentare poiché sarà garantito sì il lavoro a tempo pieno, ma anche indeterminato. La categoria di riferimento per una simile mansione è la C.

Ma prima di addentraci nel vivo del nostro articolo, segnaliamo un’altra offerta di lavoro. Sarà possibile lavorare a contatto con i bambini presso gli asili nido grazie ad un altro concorso del Comune di Nichelino. Un’altra notizia, invece, più che una proposta di lavoro, spiega le misure degli interventi salva italiani per i redditi bassi. Ebbene, detto questo, possiamo finalmente spiegare più da vicino di cosa tratterà il concorso in questione.

Tutti i requisiti necessari per lavorare nel mondo della contabilità, cosa bisogna possedere per accedere alla selezione

Per provare la selezione concorsuale è fondamentale essere cittadini italiani o di uno dei paesi appartenenti all’Unione Europea. Bisogna avere più di 18 anni, far parte dell’elettorato politico attivo e possedere la giusta idoneità fisica per lo svolgimento di una simile mansione. Inoltre, solo per i candidati maschi nati entro la fine dell’anno 1985, è richiesto lo svolgimento della leva obbligatoria. Come unico requisiti formativo è richiesto il diploma di maturità e la patente B o di livello superiore. Bisogna conoscere la lingua inglese e tutti gli strumenti informatici più conosciuti. Stesso discorso vale per le applicazioni informatiche in circolazione.

Al contrario, non può partecipare al concorso chi risulta essere destituito, licenziato o dispensato da un precedente pubblico impiego per carenza di rendimento. Poi, lo stesso discorso vale per chi è soggetto a condanne definitive che non permettono di lavorare con la pubblica amministrazione. Nemmeno chi si trova in uno stato di interdizione o in una misura di prevenzione può candidarsi. Ovviamente, due situazioni del genere derivano dall’applicazione di condanne penali le quali non permettono di lavorare in ambito pubblico.

Come si svolgerà la selezione e come posso candidarmi

Se le domande pervenute supereranno il numero di 150, il Comune toscano allora applicherà una prova di tipo preselettiva. I primi 80 in classifica potranno proseguire con lo svolgimento delle altre prove. Queste sono una di tipo attitudinale, una di tipo scritta teorica e pratica e l’ultima di tipo orale.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Per presentare le domande c’è tempo fino alle ore 12:00 dell’11 agosto 2022. Le domande dovranno essere inviate per via telematica accedendo alla piattaforma tramite SPID, CNS oppure CIE. Inoltre, è necessario pagare un contributo di 10,00 euro non rimborsabile. Per leggere altre informazioni relative al concorso, basta cliccare su questa pagina per visualizzare il bando. Infine, per quanto riguarda l’invio della domanda e della piattaforma, la procedura da seguire è riportata sempre all’interno del bando. Basterà semplicemente seguire le istruzioni riportate di pari passo.