Sintomi della Tiroide, ecco perché prevenire con ‘aria di mare’ non basta

È molto importante saper riconoscere i sintomi della Tiroide, in modo da affrontare la condizione al meglio possibile.

Parliamo di Tiroide ma ovviamente ci riferiamo alle malattie che possono colpire questa importantissima ghiandola. Ipertiroidismo e ipotiroidismo. Due stati di salute da tenere assolutamente sotto controllo.

Sintomi della Tiroide
Adobe Stock

Le funzioni espletate dalla ghiandola tiroidea sono fondamentali per il benessere dell’organismo. Essa rilascia importanti ormoni, che vanno poi a regolare diverse funzioni. Come il battito cardiaco e la respirazione, la temperatura del corpo ma anche e soprattutto il sistema nervoso centrale e lo sviluppo in generale.

Per questo motivo, già da molti anni, è in atto un programma a livello globale per la prevenzione delle malattie della tiroide. È luogo comune pensare che “respirare l’aria di mare” faccia bene alla salute e anche a questa ghiandola. In realtà, lo Iodio che serve a mantenerla “in forma” dobbiamo mangiarlo.

Ecco perché in commercio troviamo il Sale Iodato. Ogni persona necessita di assumere questo importante elemento, ed ecco perché è stata istituita addirittura una normativa in tal senso. Parliamo della Legge 55/2005 che “prevede la vendita obbligatoria del sale iodato in tutti i negozi nonché il suo utilizzo nella ristorazione collettiva e nell’industria alimentare“. In questo modo, si assicura a tutta la popolazione l’assunzione di Iodio come “terapia” preventiva.

Sintomi della Tiroide, come si manifesta l’Ipertiroidismo

L’ipertiroidismo, come suggerisce il prefisso della parola, si manifesta quando la ghiandola produce troppi ormoni. I sintomi riconducibili a questo squilibrio sono generalmente questi: ansia e nervosismo improvvisi, ma anche spiccata iperattività. Segue la perdita di peso (anche se è aumentato l’appetito), e un cambiamento nei battiti cardiaci, che diventano più veloci o irregolari.

Le cause dell’insorgenza dell’ipertiroidismo sono davvero tante, ma la più comune è ritenuta il morbo di Basedow-Graves, una malattia autoimmune che può colpire chiunque a qualsiasi età. L’ipertiroidismo si può manifestare addirittura nel feto, e se succede le conseguenze sono davvero nefaste. Possono insorgere gravi ritardi mentali o problemi nello sviluppo. Ecco perché si raccomanda vivamente l’uso del Sale Iodato alle donne in gravidanza.

Secondo le stime attuali, 1 neonato su 3 mila nasce con una forma di malattia tiroidea

Sembra tra l’altro che le donne rischino fino al 20% in più rispetto agli uomini di andare incontro a malattie tiroidee.

Cos’è l’Ipotiroidismo e come si riconosce dai sintomi

L’ipotiroidismo è la condizione opposta a quella sopra descritta. Ovvero, la ghiandola produce troppi pochi ormoni. La malattia, nelle fasi iniziali, può esistere anche senza dare sintomi. Quando appaiono, sono di varia natura e colpiscono diverse funzioni dell’organismo.

Si passa da irregolarità nel ciclo mestruale a stanchezza generalizzata, dolori a tutto il corpo, ma anche livelli alti di colesterolo e cuore più “debole”. Non mancano sintomi depressivi e alterazioni della memoria.

Se non curato, l’ipotiroidismo porta il soggetto a diversi problemi, come obesità, dolori e infiammazioni osteoarticolari, malattie al cuore e anche perdita della fertilità. Le donne, anche in questo caso, hanno più probabilità di andare incontro alla malattia, soprattutto dopo i 60 anni.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e riguardano studi scientifici pubblicati su riviste mediche. Pertanto, non sostituiscono il consulto del medico o dello specialista, e non devono essere considerate per formulare trattamenti o diagnosi)

Impostazioni privacy