Poste Italiane permette di investire anche piccole somme di denaro in modo graduale e flessibile per proteggersi dall’inflazione

Poste Italiane all’interno della sua offerta dei servizi di investimento offre ai risparmiatori la possibilità proteggere gli investimenti con Accumula Più.

Accumula Più consente di non perdere l’investimento accumulato qualora fosse interrotto per cause di forza maggiore.

Poste Italiane investire rispamio

 

Il sistema è strutturato per essere abbinato a un Pac al fine di integrare le rate mancanti in caso di eventi gravi che colpiscano il sottoscrittore. Il Pac è l’acronimo di Piano di Accumulo Capitale; un modo per investire in modo concordato piccole cifre a scadenze regolari con l’obbiettivo di accumulare un capitale in base agli interessi maturati.

Per proteggersi da eventi imprevisti è possibile, perciò, affiancare a questo popolare strumento di investimento offerto da Poste Italiane, Accumula Più. Per poterlo fare è indispensabile che il PAC preveda versamenti per un ammontare complessivo uguale o superiore a 15.000 euro e che il sottoscrittore abbia meno di 70 anni.

Accumula Più di Poste Italiane; gli obbiettivi della polizza gratuita

Si tratta di una polizza collettiva gratuita che può essere abbinata a qualunque piano di accumulo del capitale fatto su uno dei fondi bancoposta. Lo scopo è integrare le rate mancanti del PAC in caso di eventi gravi che colpiscano il sottoscrittore.

Tra gli eventi imprevisti: infortunio grave, morte, invalidità permanente, rendono lo strumento un investimento assicurativo che può essere attivato gratuitamente. In questo modo Poste Italiane consente di ricevere un indennizzo che consente al Pac di non perdere la sua efficacia anche in caso dell’impossibilità di proseguire con il finanziamento.

I massimali per i sinistri ammontano a: morte per infortunio: 100.000 euro. Il danno indennizzabile è la somma residua del PAC moltiplicata per due.

  • Invalidità permanente da infortunio (IPI): 100.000 euro se l’invalidità supera il 50%. Il danno indennizzabile è la somma residua del PAC moltiplicata per due.
  • Invalidità permanente da malattia (IPM): 100.000 euro se l’invalidità supera il 50%. Il danno indennizzabile è la somma residua del PAC.
  • Diaria da ricovero da infortunio: 4.500 euro annui. Il danno indennizzabile è di 50 euro al giorno per massimo 90 giorni.
  • Rimborso spese mediche da infortunio: 2.000 euro annui. La cifra rimborsabile equivale all’effettiva spesa sostenuta.

Vantaggi e svantaggi di Accumula Più

La polizza collettiva è a costo zero e sembra quindi un sistema per incentivare la sottoscrizione ai fondi di Poste Italiane. Una possibilità di impedire che l’incertezza degli investimenti a lungo termine pesi sulla scelta finale del cliente.

In generale un fondo comune di investimento è un patrimonio formato dall’adesione tramite quote di una pluralità di investitori. La società si propone l’obiettivo di reinvestire e accrescere il capitale. Gli investimenti e il profitto variano, secondo la propensione al rischio e quindi gli strumenti finanziari o i beni, che il fondo ritiene opportuni in base agli obiettivi.

Il gestore di un fondo comune si dedica a ottimizzare i rendimenti del capitale gestito e ha a sua disposizione strumenti informativi specifici. Selezionerà così gli strumenti finanziari da inserire in portafoglio. Tra quelli che secondo le sue aspettative riterrà essere maggiormente in grado di apprezzarsi.

Nonostante questo e la gratuità della polizza è possibile che i suoi costi siano riversati sul cliente attraverso le commissioni sui fondi sottostanti. In generale i prodotti Banco Posta presentano costi elevati e performance abbastanza scarse con una rendita del capitale spesso troppo limitata dall’enfasi posta sulla sicurezza.