Questi sintomi ai denti potrebbero segnalare una malattia molto grave e bisogna fare molta attenzione ai batteri

La cura dei denti è importante non solo per la salute della bocca ma anche per il benessere di tutto il corpo.

Infatti, prendersi cura dei propri denti deve essere un’abitudine quotidiana da imparare fin da piccoli. L’igiene orale non deve essere sottovalutata anche perché a causa del cibo si possono accumulare molti batteri nella bocca.

denti
Foto Canva

Questi possono portare a malattie anche gravi, come ascessi, che potrebbero essere pericolose per la salute in generale. Quindi, con una buona igiene orale e un’attenta cura dei denti si possono prevenire molte malattie.

Per prevenire questa malattia la cura dei denti è fondamentale, ecco quindi cosa fare

La salute dei denti è fondamentale per l’uomo anche se tra i vari controlli che una persona deve fare nella vita quello dei denti è sempre all’ultimo posto. I motivi sono due. Il primo è da ricercare nella “paura” del dentista, anche se in realtà sono gli strumenti che usa a far paura. Il secondo motivo è il costo elevato delle cure. Quindi, si preferisce rimandare il più possibile le cure.

Oltre al controllo delle carie anche le gengive svolgono un ruolo importante perché servono per proteggere il dente. Una delle malattie più comuni e diffuse è la parodontite che aumenta con l’aumentare dell’età. Ma nello stesso tempo ha uno sviluppo piuttosto lento e progressivo: diventa difficile poi identificarla. Se non curata in tempo potrebbe portare alla perdita dei denti e con le problematiche che ne possono conseguire: difficoltà dell’alimentazione, aspetto, linguaggio e salute in generale.

La parodontite è un’infiammazione batterica che potrebbe aumentare anche il rischio di altre malattie più gravi come diabete, malattie cardiache oppure neurodegenerative. Inoltre, è tra le complicanze associate alla gravidanza.

Tutto inizia con un’infiammazione della gengiva (gengivite), ossia la risposta difensiva del corpo alla presenza di batteri e tartaro che ne irritano la struttura. La gengiva si irrita, si gonfia e sanguina.

La gengivite deve essere curata immediatamente, altrimenti i batteri riusciranno a entrare nella profondità della struttura dentale arrivando fino all’osso. Le conseguenze possono essere anche gravi, come la perdita dei denti.

Sintomi della parodontite

Per tutti questi motivi è importante conoscere i sintomi della parodontite, tra questi ci sono:

  • gengive gonfie;
  • sanguinamento;
  • sensibilità generale alla bocca;
  • dolore durante la masticazione;
  • alitosi permanente;
  • mobilità dei denti.

I sintomi non compaiono all’improvviso, ma la parodontite progredisce lentamente arrivando a gravi conseguenze. Per questo motivo bisogna recarsi dal dentista appena si notano i primi sintomi.

Consigli

È possibile prevenire la parodontite seguendo alcuni consigli. Ad esempio, lavare i denti è il modo più semplice per prevenire questa malattia. Questo perché si possono eliminare gli accumuli di placca (dovuta ai cibi). Ma attenzione perché, al contrario, il tartaro non può essere eliminato spazzolando i denti, ma solo con gli strumenti professionali.

Inoltre, i denti, se possibile, andrebbero lavati almeno due volte al giorno dopo i pasti principali e bisogna dedicare circa un paio di minuti. È importante anche cambiare lo spazzolino ogni tre mesi oppure prima se le setole sono aperte o danneggiate.

Un altro utile consiglio è utilizzare il filo interdentale almeno una volta al giorno. Serve a eliminare la placca che si è accumulata tra i denti e che lo spazzolino non è riuscito a togliere.

Anche l’uso del collutorio è fondamentale e anche questo serve a igienizzare le zone della bocca più difficili da raggiungere. Tra l’altro, aiutano a ridurre la placca batterica e il tartaro e, quindi, potrebbe prevenire la parodontite. Tra l’altro utilizzato dopo lo spazzolino e il filo interdentale migliora i risultati.

Utilizzare il dentifricio giusto potrebbe fare la differenza l’importante è che contenga fluoro. Ma conviene chiedere al proprio dentista un consiglio in merito seguendo poi tutte le indicazioni date.

Infine, programmare visite regolari dal dentista sfidando la paura è il modo più sicuro per prevenire la parodontite. Ricordando che, come molte malattie, prima viene diagnosticata e prima potrà essere curata senza complicazioni.