Questi farmaco utilizzato per curare il colesterolo e il cuore potrebbe avere conseguenze gravi per la salute

Questo farmaco usato per abbassare il colesterolo e per prevenire problemi cardiovascolari, ha effetti collaterali che potrebbero avere conseguenze gravi per la salute.

Si tratta delle statine, sarebbero un rimedio contro il colesterolo ricordando che la formazione di placche nelle arterie è causa di infarti. Devono essere assunte per tutta la vita.

statine
Foto Canva

Utilizzate per la prima volta nel 1987, attualmente le statine sono utilizzate da circa 200 milioni di persone nel mondo. Sono risultate efficaci in almeno 27 studi clinici che hanno coinvolto circa mille pazienti. Nonostante ciò, in molti dubitano della loro reale efficacia e utilità.

Statine: cosa sono e quali conseguenze per chi le assume

Si conoscono 7 tipi di statine e ognuna funziona in modo diverso sull’organismo. Alcune vengono prescritte per ridurre il colesterolo cattivo LDL; altre, invece sono utilizzate come farmaci di prevenzione. Inoltre, anche se alcune ricerche hanno smentito il rischio cancerogeno di questi farmaci, altre ne hanno evidenziato gli effetti collaterali.

Tra questi il più comune è la miopatia, ossia un disturbo doloroso ai muscoli, soprattutto delle braccia o spalle, del bacino oppure delle cosce. Nei casi più gravi il dolore potrebbe interessare anche i muscoli dei piedi e delle mani.

Il dolore potrebbe arrivare subito dopo aver assunto il farmaco ed eventualmente includere anche questi altri sintomi:

  • debolezza muscolare;
  • crampi;
  • problemi ai tendini;
  • affaticamento.

Che cosa è la miopatia

Come detto la miopatia (in realtà si tratta di una sindrome, cioè di un insieme di malattie) è una malattia che danneggia i muscoli. Nella forma più grave, potrebbe danneggiare anche il cuore. In base alla tossicità è suddivisa in tre tipi:

  • mialgia: dolore generalizzato nei muscoli;
  • miosite: dolore o debolezza dei muscoli;
  • rabdomiolisi: malattia molto pericolosa perché è causata dalla disgregazione muscolare e potrebbe essere fatale. In realtà, è molto rara e si verifica in meno di una persona su 100mila che assume le statine.

Non si conoscono le cause per cui le statine abbiamo come effetto collaterale la miopatia. Secondo alcuni studi il motivo è da ricercare nell’interferenza che si crea tra le statine e una proteina fondamentale che serve per la crescita muscolare. Altre teorie affermerebbero che il farmaco causa una riduzione del coenzima Q10, una specie di vitamina che fornisce energia alle cellule affinché tutto il corpo (e quindi anche i muscoli) possano lavorare in maniera ottimale.

Infine, uno studio del 2019 suggerisce che le statine potrebbero causare il rilascio di calcio nei muscoli con alcune conseguenze sulla salute, come dolore muscolare e debolezza. Lo studio è stato pubblicato nella rivista JACC: Basic to Translational Science (2019, vol.4, n.4, pp.509-523; https://doi.org/10.1016/j.jacbts.2019.03.012) con il titolo “A mechanism for statin-induced susceptibility to myopathy”.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e riguardano studi scientifici pubblicati su riviste mediche. Pertanto, non sostituiscono il consulto del medico o dello specialista, e non devono essere considerate per formulare trattamenti o diagnosi)