In pensione con 20 o 30 anni di contributi: le alternative poco conosciute in vigore oggi

Anticipare la pensione è l”obiettivo di molti, dopo i 50 anni si cerca di verificare la propria posizione e capire quali alternative ci sono. 

Sul pensionamento anticipato ci sono arrivate molte richieste dai Lettori, e ognuna ha qualche particolarità. Abbiamo selezionato due quesiti molto comuni.

In pensione con 20 o 30 anni di contributi
Foto Canva

Analizziamo come accedere alla pensione anticipata in base alle forme previdenziali attualmente in vigore.

In pensione con 33 anni di contributi

Ho 33 anni di contributi versando altri 2 di contributi volontari posso fare la domanda? Preciso che sono disoccupata e non posso più lavorare perché ho osteoporosi ed enfisema

Può accedere al’APE Sociale che tutela i disoccupati involontari che sono rimasti senza lavoro a causa di cessazione del rapporto di lavoro, d dimissioni volontarie per giusta causa, di risoluzione consensuale o anche il mancato superamento della prova o scadenza di contratto a termine. L’INPS ha pubblicato di recente tutte le indicazioni per poter accedere a questa misura con le date di inoltro domanda. Per accedere all’APE Sociale bisogna aver compiuto 63 anni di età e aver maturato almeno 30 anni  di contributi per la tutela di disoccupato. Trova qui tutte le informazioni: In pensione a 63 anni è possibile con questa soluzione e l’INPS lancia la nuova procedura per facilitarne l’accesso

Esiste anche la pensione di vecchiaia anticipata riconosciuta dall’INPS a coloro che hanno un requisito di invalidità non inferiore al’80% con un’età anagrafica di 56 anni per le donne e 61 anni per gli uomini. Il requisito contributivo richiesto è di 20 anni. In pensione per invalidità e legge 104 con uno sconto pazzesco ma solo se si posseggono questi requisiti

Il pensionamento anticipato con 21 anni di contributi

Sono   invalida   del  75%   ho   62   anni   e   21 e  10   mesi di   contributi   posso   andare   in   pensione. 

Per accedere alla pensione di vecchiaia anticipata, comunemente chiamata pensione di invalidità, bisogna avere una percentuale invalidante non inferiore all’80%. Pertanto, lei non rientra in tale beneficio. 

È possibile accedere anche alla pensione contributiva anticipata a 64 anni e con un minimo di 20 anni di contributivo con il cumulo contributivo. In questo caso l’assegno è calcolato interamente con il sistema contributivo.

 Il cumulo spetta ai lavoratori soltanto se sono iscritti a uno e più gestioni previdenziali. Inoltre, questa misura prevede una soglia minima dell’importo dell’assegno (2,8 volte l’assegno sociale). Qui la nostra guida: esiste un modo per anticipare la pensione a 64 anni con 20 di contributi ma pochi lo applicano perché non lo sanno: i requisiti

Infine, la Legge Fornero ha abrogato la possibilità di accedere a questa misura per coloro che, sono in possesso di una contribuzione al 31 dicembre 1995. Però, la pensione può essere comunque ottenuta con il computo nella Gestione Separata INPS. 

È possibile all’età di 67 anni con il requisito di 20 anni di contributi accedere alla pensione di vecchiaia. Ricordiamo che questa misura è soggetta all’adeguamento alla speranza di vita. 

Se hai dubbi o vuoi porre una domanda di carattere previdenziale, fiscale e legge 104, invia qui il tuo quesito.

Impostazioni privacy