Immatricolazione, iscrizione e bollo auto, cambia tutto con lo Sportello Telematico dell’Automobilista

Lo Sportello Telematico dell’Automobilista si arricchisce di funzionalità nel 2022. Scopriamo di più sull’utile servizio messo a disposizione dall’ACI ai cittadini.

Servizi aggiuntivi e iter semplificati, lo Sportello Telematico dell’Automobilista diventa ancora più utile e pratico per gli italiani.

sportello telematico ACI
Adobe Stock

Lo STA è uno sportello al servizio del cittadino presente su tutto il territorio nazionale presso le unità territoriali dell’ACI, gli Uffici provinciali della Motorizzazione e le Delegazioni dell’Automobile Club e gli studi di consulenza automobilistica abilitati. Le persone possono rivolgersi all’STA per richiedere ed ottenere subito le targhe e il Documento Unico di Circolazione e di proprietà del veicolo velocizzando le tempistiche. Il DU sostituisce dallo scorso 1° novembre 2021 la Carta di Circolazione e il Certificato di proprietà del veicolo e deve essere sempre tenuto in auto per non rischiare sanzioni in caso di controlli.

Sportello Telematico dell’Automobilista, cosa si può richiedere

L’STA serve per richiedere l’immatricolazione e l’iscrizione al Pubblico Registro Automobilistico di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi di massa pari o superiore a 3,5 tonnellate, nuovi oppure usati. Fanno eccezione i veicoli provenienti da Stati esteri non appartenenti all’Unione Europea oppure aderenti allo Spazio Economico Europeo che sono stati importati tramite canali non ufficiali e sono quindi privi del codice di antifalsificazione e di omologazione nazionale. Sono esclusi, poi, i veicoli che hanno bisogno di titoli autorizzativi specifici o di collaudo nonché del certificato di approvazione come Taxi e autocarri per trasporto merci.

Accedendo alle Unità Territoriali dell’ACI è possibile richiedere unicamente pratiche di rinnovo dell’iscrizione sfruttando lo sportello virtuale per mezzi di uso privato o proprio già dotati di targhe e carte di circolazione; passaggi di proprietà e radiazione dal registro per demolizione o esportazione.

La richiesta del Documento Unico

Il cittadino può rivolgersi ad un qualsiasi Sportello Telematico dell’Automobilista per ottenere la DSU anche se risiede in un Comune differente. Il rilascio può avvenire online nell’ambito della dematerializzazione e l’interoperabilità delle banche dati dell’Aci e del Dipartimento dei Trasporti.

Tra le novità riportiamo la modalità di accesso unico alle varie procedure informatiche per poter ottenere il DU, l’interconnessione tra banche dati per poter condividere dati sul veicolo (immatricolazione e proprietà) e la modalità di trasmissione telematica del fascicolo digitale. Telematicamente si potrà verificare, poi, il possesso per il proprio mezzo del CdP cartaceo, del DU o del CDPU accedendo al portale ed entrando nella sezione “Verifica tipo di documento”. L’accesso al portale richiede l’inserimento delle credenziali digitali ossia SPID e CIE oppure tramite eIDAS.