INPS: nuova truffa sull’assegno unico e molti ci cascano, l’SMS ingannevole da cancellare

Sono ormai alcune settimane che l’INPS sui suoi social avverte gli utenti dei ripetuti tentativi di truffa via SMS. Ecco di cosa si tratta.

Le truffe via telefono ormai sono una specialità dei truffatori che approfittano dell’ingenuità delle persone per recare danni anche gravi. Questo perché la maggior parte riguardano i conti correnti.

sms INPS
twitter – INPS

Tutti vengono presi di mira anche gli Enti statali. L’INPS è quella che ne subisce di più probabilmente perché sono molti gli utenti che si rivolgono per le prestazioni che offre.

INPS: continuano i tentativi di truffa ai danni degli utenti

Sono ormai molte settimane che sui social l’Istituto nazionale della previdenza sociale, l’INPS appunto, segnala casi di smishing. Si tratta di una truffa informatica che arriva tramite SMS. Il meccanismo è simile al phishing, che arriva tramite email. Infatti, i malintenzionati inviano un messaggio e provano a rubare dati sensibili.

Nonostante i numerosi avvisi da parte dell’Istituto, sono molte le persone che cadono in questa truffa, considerata una vera e propria frode informatica. Il motivo è semplice il messaggio sembra che provenga dall’Ente.

Per questo motivo, l’INPS chiede a tutti gli utenti di fare attenzione a questi messaggi fasulli dichiarando che mai e poi mai l’Istituto chiederebbe via SMS oppure email dati bancari o anagrafici.

I messaggi del falso mittente INPS invita l’utente a cliccare sul link per aggiornare i propri dati anagrafici o bancari, ricevere un pagamento di una prestazione generica o specifica. L’ultima, per esempio, riguarda l’Assegno unico in cui si chiede di verificare i dati anagrafici per procedere all’erogazione dell’assegno.