La RAI ha indetto un’allettante selezione per 85 nuovi posti da Nord a Sud e la selezione in 2 step è davvero semplice

La principale rete della televisione italiana, la RAI, ha bisogno di rinnovare l’organico in alcune sue sedi con nuove risorse da formare.

Le 85 nuove unità che lavoreranno per la famosa “Mamma Rai” saranno assunte in qualità di tecnici. L’aspetto positivo di una simile notizia è che per questo lavoro è previsto un contratto di apprendistato professionalizzante.

Il mondo della televisione ti affascina? La RAI ha indetto un’allettante selezione per 85 nuovi posti da Nord a Sud
Canva.com

Di genere, anche se si cerca sul web, si legge come il contratto di apprendistato sia una tipologia, appunto, di contratto finalizzato alla formazione di chi viene assunto. Quindi, per essere ancora più chiari, la selezione prevista dalla RAI è per aspiranti tecnici che vogliano lavorare nel mondo della produzione televisiva. Costoro avranno l’occasione sia di formarsi che di lavorare. Si tratta di una grande opportunità da prendere al volo da chi ha sempre mostrato un particolare interesse per il mondo della tv, in particolare per il settore del dietro le quinte. È grazie ad un’occasione del genere che, tra l’altro, si potrebbe anche essere assunti a tempo indeterminato, nel migliore dei casi. Nel peggiore, al contrario, si può pur sempre dire che di aver svolto una bella esperienza, e anche di una certa importanza.

Per non parlare, poi, di come possa giovare il curriculum. Ma scendendo ancora di più nel particolare, tutti coloro che supereranno le selezioni saranno impiegati presso una delle tante sedi RAI previste dal concorso. Queste sono presenti nelle seguenti città: Ancona, Trento, Milano, Cagliari e Potenza. Ma anche Roma, Palermo, Torino, Firenze, Napoli e Trieste. Ovviamente, si può scegliere solo tra una delle suddette strutture. Per chi, invece, è alla ricerca di qualcos’altro, segnaliamo anche il Recruting day in Italia di McDonald’s, il quale vuole assumere 6.000 nuove risorse. L’aspetto positivo è che cerca giovani anche senza esperienza. La seconda proposta di lavoro è, invece, il grande concorso bandito dal Ministero della Difesa per il reclutamento di 2.275 nuovi unità. Ebbene, dopo questo piccolo preambolo possiamo concentrarci sull’offerta del momento.

I requisiti necessari e le mansioni che si svolgeranno come tecnico della produzione per la RAI

Per un simile ruolo è richiesta un’età tra i 18 e i 29 anni, oltre che il possedimento della patente di guida B. Per quanto riguarda la formazione, è necessario essere in possesso di uno dei seguenti diplomi di scuola superiore di secondo grado. Parliamo dell’Istituto Tecnico settore Tecnologico, Istituto Professionale – Manutenzione e assistenza tecnica ed Istituto Tecnico Industriale – previgente ordinamento. E poi ancora: Istituto Professionale – Industria e artigianato per il made in Italy ed Istituto Professionale settore Industria e Artigianato – previgente ordinamento. Infine, sono accettati anche i diplomi di Istituto Professionale – Servizi culturali e di spettacolo e del Liceo Scientifico.

Per quanto riguarda la mansione, il tecnico della produzione RAI è responsabile della qualità tecnica del prodotto realizzato nella fase di produzione. Inoltre, dovrà svolgere anche tutte le attività di tipo strumentale necessarie sia per l’interno che per l’esterno. Il tecnico si occuperà anche delle operazioni inerenti alla realizzazione oltre che messa in onda della produzione per la TV di tipo non complesse. Oppure, anche di produzioni per la radio o per internet. Sarà suo il compito occuparsi del posizionamento delle telecamere. Infine, altre mansioni previste sono la manutenzione degli impianti e strumenti da lavoro di cui l’azienda dispone, oltre che la loro installazione e realizzazione.

Come si svolgerà la selezione

Secondo quanto riportato dal bando RAI, la procedura si svolgerà in due fasi, anche se prima è prevista l’inclusione di una preselezione, la quale avverrà da remoto. Questa prova si presente come un test a risposta multipla e riguarderà vari argomenti. Parliamo di cultura generale, abilità generali, conoscenze specifiche, lingua inglese e particolari attitudini. A seguito, si passerà al colloquio di tipo tecnico e, come ultimo step, è previsto quello di tipo conoscitivo-motivazionale. A differenza della preselezione, i due colloqui avverranno in presenza.

Come posso fare domanda di partecipazione?

Tutti coloro che sono particolarmente interessati a lavorare come tecnico della produzione per la RAI possono presentare la domanda entro le ore 12:00 del 16 giugno 2022. La domanda dovrà essere inoltrata per via telematica. Bisognerà iscriversi al sito www.lavoraconnoi.rai.it oppure effettuare la Login tramite le proprie credenziali. Poi, è necessario aderire all’iniziativa e cliccare voce “Selezioni tecnici della produzione 2022”. Una volta fatto questo, si dovranno compilare tutti i campi indicati nel modulo online. Infine, chiunque voglia leggere più dettagliatamente il bando, può copiare ed incollare sul proprio motore di ricerca il seguente link: https://lavoraconnoi.rai.it/lavoraconnoi/application/initiativeList?initiativeType=all&show=80#ini80.