Patatine agli insetti, gli esperti assicurano che sono ottime: ecco dove comprarle

Chi è curioso di sapere dove comprare le patatine agli insetti alzi la mano. Presto le troveremo anche nei supermercati. Ah, sono anche buonissime.

Una nuova rivoluzione ci aspetta a tavola. Se al momento sono pochi i posti dove comprare le patatine (e gli snack) a base di insetti, presto saranno un cibo alla portata di tutti. Cambiare abitudini alimentari serve (anche) a tutelare il Pianeta ed eliminare il fenomeno degli allevamenti intensivi. Ma può anche essere molto interessante.

patatine agli insetti
Adobe Stock

Gli insetti e le larve, così come prodotti a base di farine realizzate con questi piccoli animaletti vengono mangiati in tutto il mondo. Le ottime proprietà nutritive degli insetti sono note da sempre. Il loro consumo, invece, è legato ad un fatto culturale. Qui in Europa non abbiamo mai sentito la necessità, diciamo così, di esplorare questa modalità di nutrizione. Ma presto potrebbe cambiare tutto.

Mangiare insetti fa bene: chi lo dice

Se fino a qualche tempo fa potevamo provare “ribrezzo” all’idea di mangiare insetti, adesso molte cose sono cambiate. Evolute, potremmo dire. Certo, probabilmente qualcuno continuerà a non accettare completamente l’idea. Ma grazie all’inventiva e all’ingegno di esperti, i nuovi prodotti a base di larve & co sono incredibilmente buoni.

Da anni gli studiosi concordano sui molteplici benefici che potremo trarre dal nuovo tipo di alimentazione. In un rapporto stilato da FAO nel 2013, ecco cosa emerge: “Gli insetti sono alternative sane e nutrienti ai prodotti di base tradizionali come pollo, carne di maiale, manzo e persino pesce (dal pescato oceanico). Molti insetti sono ricchi di proteine ​​e grassi buoni e ricchi di calcio, ferro e zinco. Gli insetti costituiscono già una parte tradizionale di molte diete regionali e nazionali.”

Pensiamo anche ai risvolti della dieta. Probabilmente caleranno an che i casi di obesità e tutti i problemi correlati.

Ma non è tutto, perché in gioco c’è anche l’impatto ambientale. Sempre nel rapporto dell’Organizzazione statunitense per l’Alimentazione, infatti, “Gli insetti promossi come cibo emettono un numero notevolmente inferiore di gas serra rispetto alla maggior parte del bestiame (il metano, ad esempio, è prodotto solo da pochi gruppi di insetti, come termiti e scarafaggi). L’allevamento degli insetti non è necessariamente un’attività a terra e non richiede disboscamento per espandere la produzione. Il mangime è il principale requisito per la terra. Anche le emissioni di ammoniaca associate all’allevamento degli insetti sono di gran lunga inferiori di quelli legati al bestiame convenzionale, come i maiali.”

Vogliamo anche valutare il fattore economico? Ecco perché il “cibo del futuro” migliorerà le nostre vite. “La raccolta/allevamento degli insetti è un’opzione di investimento a bassa tecnologia e basso capitale che offre ingresso anche nelle fasce più povere della società, come le donne e i senza terra. Il minibestiame offre opportunità di sostentamento sia per le persone urbane che rurali. L’allevamento degli insetti può essere a bassa tecnologia o molto sofisticato, a seconda del livello di investimento.”

In sostanza, sono davvero molteplici le ottime motivazioni che ci porteranno a integrare il consumo di carne (e quindi non a sostituirlo del tutto) con prodotti a base di insetti.

Dove comprare le patatine agli insetti

Per chi non vede l’ora di provare le nuove patatine e gli snack a base di insetti abbiamo ottime notizie. Si possono già acquistare su due siti web: Future Food Shop e 21bites. In quest’ultimo sito, tra l’altro, si trovano le famose patatine agli insetti prodotte da un’azienda italiana, la Fucibo di Vicenza. Al momento, l’azienda prende la farina di insetti dalla Francia, perché ancora in Europa non ci sono molti permessi per la coltivazione di larve/insetti adatti al consumo umano.

Ma ormai il processo è iniziato e stanno arrivando anche le nuove norme che consentiranno di produrre insetti e farine e cibi correlati. Tra non molto, troveremo alimenti a base di insetti nei Bar, Ristoranti, e ovviamente nei supermercati. Proprio Fucibo sta prendendo accordi commerciali con la Grande Distribuzione.

A chi si chiede se le patatine fritte agli insetti siano buone, risponde proprio Fucibo. Alcune patatine al formaggio prodotte dall’azienda sono considerate squisite. Sono fatte con il 10% di farine ottenute da larve essiccate di Tenebrio molitor, mentre il restante è a base di farina di mais, farina di lenticchie, aromi e olio. Lorenzo Pezzato, amministratore delegato di Fucibo, ha dichiarato durante un’intervista che “la ricetta è stata messa a punto dopo sette anni di studi e ricerche, e che anche a livello di gusto è praticamente impossibile notare la differenza con le patatine tradizionali.”

Chi non vede l’ora di assaggiarle alzi la mano.

Impostazioni privacy