Incredibile, tutti lo abbiamo in casa e può sconfiggere l’Escherichia Coli: lo studio

Ci sono delle sostanze naturali che possono aiutarci a sconfiggere l’Escherichia Coli, ma anche altri batteri pericolosi.

Stiamo parlando dell’Aceto, un ingrediente che molto probabilmente abbiamo tutti in casa e che secondo alcuni prestigiosi studi potrebbe aiutarci a sconfiggere uno degli ultimi pericoli sanitari attuali. Perché alcune infezioni, come l’HIV, il Covid, ma anche l’Ebola, MRSA e l’Escherichia Coli si stanno diffondendo rapidamente tra gli esseri umani.

https://www.informazioneoggi.it/2022/04/15/dodicenne-stato-vegetativo-pizza/
Adobe Stock

Per capire bene l’argomento di cui stiamo trattando, è opportuno fare un passettino indietro. Negli ultimi anni, gli scienziati hanno notato un cambiamento preoccupante nell’evolvere dei virus e batteri. Oltre a eventi fisiologici, da tempo la Medicina sta lanciando un allarme sugli effetti che potrebbe avere l’antibiotico-resistenza.

Si tratta, in sostanza, del fatto che virus e batteri hanno imparato a sconfiggere i medicinali finora usati per combatterli. Ciò è dovuto (anche) all’abuso che si è fatto proprio di suddetti medicinali. Non solo a livello umano ma anche veterinario.

Gli studi dell’OMS

Il rapporto globale stilato già nel 2017 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità offre un quadro davvero preoccupante: negli ultimi anni sono emersi “alti tassi di resistenza ai farmaci di ultima generazione comunemente usati per trattare gravi infezioni ospedaliere. inoltre, è stato rilevato un aumento di due volte della mortalità per tutte le cause per Escherichia. coli.”

Urge dunque trovare una soluzione che impedisca il ritorno di alta mortalità per malattie che pensavamo di aver distrutto. Oltre all’abuso dei medicinali, sono le scarse condizioni igieniche e lo sviluppo di colonie di batteri e virus all’interno di strutture ospedaliere ad aver fatto crescere il fenomeno. Per non parlare dell’espansione degli allevamenti intensivi, dove gli animali vengono tenuti in condizioni inaccettabili (per usare un eufemismo) e vengono trattati continuativamente con antibiotici per evitare che muoiano. Dunque l’uomo, anche non volendo, con il consumo di carne “assume medicine” senza averne necessità.

Per chi volesse approfondire l’argomento, segnaliamo anche un interessante libro di Jonathan Safran Foer: “Se niente importa. Perché mangiamo gli animali?” nel quale l’autore, eccezionale saggista, effettua un viaggio nel rapporto tra l’uomo e il cibo. Ma soprattutto denuncia il male che gli allevamenti intensivi stanno facendo alla Terra e ai suoi abitanti. Ma la domanda sorge spontanea: cosa possiamo fare per interrompere tutti questi potenziali pericoli? Ecco cosa ci suggerisce un interessante studio.

Tutti lo abbiamo in casa e può sconfiggere l’Escherichia Coli: cos’è

Abbiamo detto che alcuni virus e batteri stanno riprendendo “forza” e diventando più pericolosi per l’uomo. Tra questi, oltre al Covid e l’HIV, anche l’Escherichia Coli, l’Ebola e alcuni ceppi di Staphylococcus che sono diventati resistenti alla Penicellina. Gli scienziati hanno effettuato degli esperimenti per cercare di trovare una soluzione.

Poco tempo fa su Nature è comparso un interessante studio: sembra che l’acido acetico antibatterico possa efficacemente sradicare MRS (Staphylococcus) ed Escherichia Coli. L’acido Acetico (la cui sigla è ACV) è praticamente il frutto del processo della fermentazione alcolica ottenuta da mele, zucchero e lievito. Noi lo conosciamo perché è contenuto nell’Aceto, quello che usiamo comunemente in cucina. Ed ecco i risultati degli esperimenti.

Lo studio cercava proprio di capire come l’ACV potesse inibire la proliferazione dei suddetti ceppi batterici. E gli scienziati hanno scoperto che “l’acido acetico ha potenti proprietà antimicrobiche ed è stato dimostrato che inibisce la crescita planctonica dei biofilm costituiti da A. baumannii e P. aeruginosa sulle ustioni. È stato anche dimostrato che “l’ACV ha una forte azione antimicrobica contro E. coli non resistente, Candida albicanse Staphylococcus aureus.

In sintesi, questi studi porteranno ad approfondimenti ulteriori. Al vaglio, la creazione di nuovi medicinali il cui ingrediente principale potrebbe essere proprio l’Acido Acetico. E potrebbero sconfiggere l’Escherichia Coli e tanti altri ceppi resistenti.

Nel mentre, noi abbiamo un’arma in casa che costa pochissimo e che può aiutarci a stare meglio. Molti studi precedenti a questo hanno dimostrato che l’aceto (quello per il consumo umano, anche se ha una bassa quantità di ACV) è ottimo per combattere infezioni fungine, della pelle, verruche e persino ustioni.

(le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e riguardano studi scientifici pubblicati su riviste mediche. Pertanto, non sostituiscono il consulto del medico o dello specialista, e non devono essere considerate per formulare trattamenti o diagnosi)