In pensione solo col certificato ECOCERT e con sorpresa sui contributi

I lavoratori che hanno i requisiti per andare in pensione possono chiedere un certificato che riassuma i contributi. 

Le pensioni sono un tema ricorrente in questi ultimi mesi. La conclusione della riforma attesa da anni è ancora in sospeso. Prima a causa della pandemia, poi per la guerra tra Russia e Ucraina.

pensione
Pexels

L’ultimo incontro tra sindacati e Governo è stato il 15 febbraio. Una direttiva del ministero del Lavoro sembra auspicare che le parti sociale siano disposte a sedersi di nuovo al tavolo delle trattative.

Nel frattempo, i lavoratori che potrebbero andare in pensione possono richiedere l’ECOCERT. Questo certificato attesta i contributi versati dal lavoratore in tutta la sua vita lavorativa e orientativamente quantifica la pensione. Si differenzia dall’Estratto conto contributivo/previdenziale perché è un certificato. Per questo, prima del suo rilascio, è necessario che sia verificato dagli operatori.

L’ECOMAR, invece, è l’estratto conto certificativo per marittimi. Quindi, i lavoratori che hanno svolto anche un lavoro marittimo durante la richiesta del certificato devo allegare il libretto di navigazione.

Pensione: cosa è il certificato ECOCERT/ECOMAR

Per conoscere quanto tempo manca per andare in pensione il lavoratore può richiedere all’INPS un certificato che racchiude le informazioni che contiene tutti i contributi versati e legati alla sua storia lavorativa. Questo documento è chiamato ECOCERT, estratto conto certificativo. L’INPS è tenuto a:

  • controllare la posizione assicurativa dei lavoratori;
  • segnalare le anomalie, come contributi non pagati;
  • assistere il lavoratore a riscattare i “vuoti” contributivi che rischierebbero di interferire con la pensione.

Il certificato si può richiedere online oppure rivolgendosi a patronati, Caf, uffici e sedi INPS. L’ECOCERT contiene tutti i dati informativi utili per la domanda per poi richiedere la domanda per la pensione:

  • periodo di riferimento;
  • tipologia di contribuzione;
  • contributi utili non solo per il raggiungimento del diritto alla pensione ma anche per il calcolo;
  • retribuzione;
  • datori di lavoro
  • note.

Questo documento è puramente indicativo. Ogni lavoratore dovrebbe monitorare la propria situazione lavorativa, soprattutto quando si passa da un datore a un altro. Solo così si potrà essere sicuri di non avere periodi di contributi scoperti e porre rimedio appena possibile.

Come richiedere il certificato

Come detto l’ECOCERT può essere richiesto tramite patronato e Caf, ma anche presse le sedi o gli uffici INPS. In realtà, si può anche richieste in autonomia dal sito INPS. Innanzitutto, per accedere al sito bisogna essere in possesso delle credenziali e poi andare alla voce ‘servizi per il cittadino’ dalla pagina ‘servizi online’. In seguito, scegliere ‘domanda prestazione pensionistica e certificazione’, cliccare su avanti per accedere alla pagina principale.

A questo punto, se è possibile cliccare su ‘dichiarazioni’ altrimenti su ‘anagrafica’ perché vuol dire che mancano delle informazioni essenziali per proseguire. Quindi, cliccare di nuovo su ‘dichiarazioni’ per accedere alla pagina dove bisognerà selezionare il tipo di domanda. Per richiedere l’ECOCERT è necessario compilare queste voci:

  • gruppo: certificazione;
  • prodotto: estratto conto certificativo;
  • tipo: ordinario.

Cliccando poi su “continua” la richiesta sarà inviata all’INPS che spedirà al domicilio del richiedente la certificazione richiesta.

Impostazioni privacy