Nuovo Codice della strada, multa ai pedoni: puoi farlo solo “in fila indiana”

Non solo i veicoli a motore devono rispettare le tante raccomandazioni, divieti e obblighi previsti dal Codice Stradale. Centinaia di Euro di multa scattano anche per i pedoni “disattenti”.

Sicuramente siamo abituati dal CdS a dover rispettare mille regole quando saliamo in auto, in moto e persino in bici e monopattino. Quando andiamo a piedi, però, “dimentichiamo” un sacco di cose. Ebbene anche per i pedoni sono previsti comportamenti corretti, proprio come per i veicoli. E anche multe salate in caso di infrazione.

euro di multa
Adobe Stock

Tra pedone e automobilista, spesso, vi è proprio una “guerra”. Gli indisciplinati fanno arrabbiare molto, da una parte e dall’altra. Qualcuno però potrebbe pensare che solo alla guida di un mezzo si debbano rispettare rigorosamente le norme del Codice della Strada. Niente di più sbagliato. Ecco cosa rischiano i pedoni se non si comportano come si deve.

Come evitare (a piedi) fino a 102 Euro di multa

Il Codice della Strada dedica un bel capitolo anche ai pedoni. Più precisamente, un articolo composto da 10 commi in cui sono previste tutte le norme che devono rispettare. Forse non tutti sanno, ad esempio, che mentre si cammina a piedi (sia in città che nelle aree extraurbane) bisogna non invadere la strada e usare i marciapiedi.

Le regole valgono anche per gli appassionati sportivi e “maniaci dell’allenamento”. Chi viene sorpreso dopo il tramonto, a correre in gruppo o in coppia, in strade extraurbane o comunque poco illuminate, si becca una bella multa. Chi fa jogging, insomma, deve farlo “in fila indiana”. Pena, 102 Euro di sanzione. E naturalmente aggiungiamo che comportarsi così sarebbe anche pericoloso per l’incolumità.

Se i marciapiedi non sono presenti, il pedone deve percorrere la strada in senso opposto a quello della circolazione delle auto. Se ti “pizzicano” in mezzo alla strada, insomma, rischi fino a 100 Euro di multa.

Non solo: anche l’attraversamento deve essere effettuato nella maniera corretta. Ovvero, perpendicolarmente alla strada. I pedoni che lo fanno “di traverso” – oltre che ad essere “antipatici” – rischiano una sanzione da 26 fino a 102 Euro. Ricordiamo anche che i pedoni, per attraversare, devono usare le strisce. Lì, hanno naturalmente la precedenza. Ma in caso di attraversamento al di fuori di queste, devono dare precedenza ai veicoli a motore.

Persino chiacchierare in mezzo al marciapiede, impedendo agli altri pedoni di scorrere, è sanzionabile, sempre con multe che possono arrivare sopra i 100 Euro. Ricordiamocelo, la prossima volta che qualcuno “impreca” perché stiamo “nel mezzo”. Ha perfettamente ragione.

Impostazioni privacy