Fare il pieno è impossibile: i trucchi per risparmiare sul carburante

Continuano ad aumentare i prezzi dei benzina ed altri carburanti, la situazione è ormai diventata insostenibile per tutti.

La situazione che da giorni ormai riguarda l’Ucraina, la guerra insomma la tragedia che sta colpendo la popolazione nel cuore dell’Europa lascia di stucco il mondo intero. Le atrocità del conflitto, le immagini, le notizie di morte e devastazione fanno ripiombare tutti nella paura. Il terrore che il conflitto possa estendersi, la paura che qualcosa prima o poi possa arrivare a toccarci in prima persona, qualcosa di crudo, di pericoloso, la guerra insomma ed i suoi infiniti tentacoli. Gli effetti del conflitto però possono essere letti anche nel quotidiano di altri paesi europei.

prezzo diesel
Adobe Stock

Lo scenario attuale vede in tutta Europa prezzi ormai alle stelle innescati dalla crisi già in atto e chiaramente anche dall’ampliarsi giorno dopo giorno di un conflitto che molti nemmeno immaginavano possibile. Su i prezzi dei beni di prima necessità, su i prezzi dei servizi, in Italia ad esempio già prima dello scoppio della guerra la situazione stava diventando insostenibile, oggi, con l’aumento tra l’altro del prezzo dei carburanti tutto rischia il collasso. I cittadini italiani sono al limite, la situazione rischia di esplodere da un momento all’altro.

Da qualche giorno ormai i prezzi di benzina e diesel sono ormai stabilmente sopra i 2 euro, Uno scenario incredibile, inimmaginabile, qualcosa che nessuno avrebbe mai potuto ipotizzare soltanto pochi giorni fa. Tariffe che in alcuni punti hanno toccato una soglia davvero insostenibile con i cittadini ormai costretti a considerare nuove soluzioni per  propri spostamenti. Chi è obbligato ad esempio ad utilizzare l’auto per lavoro è chiaramente il più penalizzato, costretto per forza di cose in molti casi a sottostare al pagamento del prezzo imposto.

Fare il pieno è ormai impossibile: come fare per continuare ad utilizzare l’auto ogni giorno

In autostrada i prezzi medi oscillano ormai tra i 2,2 e i 2,4 euro/litro. Un pieno, ad oggi costerebbe mediamente tra il 10% ed il 15% in più. Uno dei primi consigli che gli esperti generalmente danno agli automobilisti è quello di non fossilizzarsi sempre sulla stessa pompa di benzina. Variare orientamento potrebbe dare la possibilità di scoprire prezzi ancor più vantaggiosi. E’ risaputo come, ad esempio, su autostrade o centri cittadini il prezzo del carburante sia mediamente più alto. Meglio, a questo punto virare direttamente su altre latitudini provando a sondare vari prezzi e condizioni.

Altro consiglio molto interessante riguarda prettamente la modalità di scoperta di nuove opportunità sempre riguardo ai prezzi offerti dai singoli gestori di pompe di benzina. La tecnologia in questo specifico caso può tranquillamente fare al caso nostro. Per smartphone Ios o Android sono infatti disponibili una serie di applicazioni capaci di aggiornarci circa i prezzi del carburante intorno a noi. In questo modo si potrebbe quindi avere un quadro molto più chiaro ed ampio della situazione, senza rischiare inutili salassi, per cosi dire. Le app principalmente utilizzate per tal fine sono due: Waze oppure PrezziBenzina.

Altro consiglio riguarda inoltre la possibilità di ricevere bonus carburante da raccolte punti o campagne promozionali alle quali siamo iscritti che spesso nemmeno ricordiamo. Rinfrescare la nostra mente a tal proposito non sarebbe affatto male. Inoltre, questo lo dicono sempre gli esperti, si potrebbe provare a sgonfiare le ruote fino a circa il 3% in più rispetto alla solita pressione. Parliamo di risparmio minimo ma in ogni caso assicurato. Altra soluzione potrebbe essere quella di adottare una velocità standard per tutti i nostri spostamenti.

Guidare ad una velocità costante, infatti assicura una riduzione dei consumi di carburante in autostrada pari al 35%, mentre in città il numero scende al 10% come ampiamente ipotizzabile. Soluzioni che dunque possono contribuire a farci risparmiare quanto più possibile giorno dopo giorno e renderci meno amara tutta la situazione, per quanto possibile. Risparmiare si può, con pochi semplici accorgimenti. Risparmiare in un momento tanto difficile è quasi d’obbligo, farlo tra l’altro contribuendo ad immaginare anche nuove soluzioni è di certo ancora meglio, in attesa di tempi sicuramente migliori.

Impostazioni privacy