Vuoi risparmiare sulle bollette? Ti conviene cambiare subito questo elettrodomestico

Risparmiare sulle bollette è il nuovo imperativo. I costi sono diventati insostenibili. Fortunatamente possiamo fare qualcosa.

risparmiare sulle bollette
Adobe Stock

Persino il Premier Draghi non nasconde la sua preoccupazione riguardo al prezzo record che hanno raggiunto energia e carburanti. E se si preoccupa lui, figuriamoci le famiglie (e le imprese) italiane. Tra le tante abitudini anti spreco che possiamo adottare, per tagliare la bolletta è necessario intervenire soprattutto sugli elettrodomestici. Anche se investire immediatamente denaro per acquistarne di nuovi sembra un paradosso, purtroppo è l’unico sistema per risparmiare già dal mese successivo. Ci sono poi degli elettrodomestici altamente energivori. Siccome è impossibile smettere di usare la lavatrice, il frigorifero o il forno, si devono adottare altre misure.

Qual è l’elettrodomestico che ti impedisce di risparmiare sulle bollette

Anche se in casa si hanno i dispositivi più moderni, e quindi ottimizzati al risparmio, c’è un elettrodomestico mangia elettricità per antonomasia. Stiamo parlando del forno elettrico. La media di consumo per i forni è di almeno 1-1,5 Kilowatt/ora. Considerando che i cibi che solitamente cuociamo al suo interno ci mettono molto tempo, il calcolo è presto fatto. Se da una parte è impensabile “buttare via” il forno, si possono adottare misure per riportare i consumi ad un valore più sostenibile. Per prima cosa, evitare di usare il forno elettrico per scaldare piccole porzioni di cibo. Il consumo è il medesimo perché il picco avviene per far raggiungere la camera di cottura alla temperatura ideale.

Le alternative al forno elettrico

Se in famiglia si preparano piccole porzioni, è meglio passare ad un forno a microonde. È un modo di preparare i cibi completamente diverso, ma una volta abituati si possono sfornare molte delizie. I fornetti moderni, poi, consentono modi di cucinare impensabili fino a qualche tempo fa: funzioni grill, al vapore, effetto crispy e opzioni a risparmio. E i prezzi di un microonde oggi sono davvero accessibili a chiunque. Con i costi odierni della Luce, probabilmente nell’arco di 1 bolletta o 2 si recupera il denaro speso.

Un’altra alternativa a questo gran divoratore di energia è il forno a gas. Probabilmente non ci si pensa, ma il gas “ad uso cucina” costa molto meno rispetto a quello destinato al riscaldamento domestico. Con un forno a gas si abbatterà notevolmente la bolletta della Luce. Inoltre la cottura a gas offre performance davvero inedite. Gli chef preferiscono questo tipo di forno soprattutto per la preparazione di lievitati, pane, pizze, biscotti e focacce.

Per i più golosi e per chi magari il forno elettrico lo usava poco anche prima dei rincari, anche la friggitrice ad aria rappresenta una invitante novità. Questo tipo di macchine costa davvero molto poco. Ed è molto adatto a cucinare molti cibi oltre alle classiche patatine fritte. Il consumo elettrico è pressoché lo stesso di un forno tradizionale, ma il risparmio si ottiene grazie alle tempistiche di cottura, che sono praticamente dimezzate. Inoltre esistono in rete ricettari in cui si mostrano risultati eccezionali con i muffin, la pizza, la bistecca, gli arrosti, le verdure e il pesce.

Acquistare un nuovo elettrodomestico, dunque, porterà senza dubbio a risparmiare sulle bollette, ma anche una ventata di novità in cucina. Vale la pena sperimentare!

Impostazioni privacy