ISEE 2024, la documentazione da preparare e presentare al CAF per il calcolo del patrimonio familiare

L’ISEE calcola la situazione patrimoniale e reddituale delle famiglie italiane. Dal primo gennaio si può chiedere il conteggio dell’Indicatore 2024. 

Qual è la documentazione da raccogliere per poter compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica e procedere con il calcolo dell’ISEE 2024? Vi guideremo per evitare di dimenticare dati fondamentali per ottenere un Indicatore corretto.

I documenti per il calcolo ISEE 2024
Via con il calcolo dell’ISEE 2024 (Informazioneoggi.it)

Chiedere ad inizio anno l’ISEE significa evitare di perdere Bonus e agevolazioni o di ricevere importi inferiori rispetto a quelli spettanti. Bisogna procedere da gennaio perché l’Indicatore ha validità annuale, da gennaio a dicembre. Significa che l’ISEE 2023 non è oggi più utilizzabile. Chi ha già prenotato un appuntamento al CAF riuscirà a compilare la DSU in tempo per ricevere l’Assegno di Inclusione, ad esempio, o il corretto importo dell’Assegno Unico.

Chi ha aspettato potrebbe trovare difficoltà nel reperire un appuntamento in tempi brevi dato che in questo periodo c’è l’assalto ai centri di assistenza fiscali. Rimane la possibilità di agire in autonomia grazie al modello ISEE precompilato INPS. In ogni caso occorrerà verificare attentamente i dati da inserire nella Dichiarazione Sostitutiva Unica o il calcolo ISEE potrebbe risultare sbagliato.

La documentazione per calcolare l’ISEE 2024

Le voci dell’ISEE sono due, reddito e patrimonio. Si devono sommare i redditi di tutti i componenti del nucleo familiare del richiedente e sommare i valori dei beni immobili, mobili registrati e non considerando anche eventuali debiti. In questo modo si avrà un chiaro quadro della situazione reddituale e patrimoniale di una famiglia.

Per calcolare il patrimonio netto del nucleo familiare occorrerà indicare

  • il codice fiscale di tutti i componenti oltre che del dichiarante,
  • il documento di identità del dichiarante,
  • il contratto di affitto registrato.

Per il conteggio dei redditi i documenti necessari sono

  • il modello 730 o il modello redditi 2023 o il modello CU 2023,
  • le certificazioni dei redditi esenti da imposta, assoggettati a imposta sostitutiva o alla ritenuta di imposta,
  • ogni attestato di compensi, indennità, trattamenti, redditi esenti IRPEF, redditi prodotti all’estero, borse di studio, assegni di mantenimento, compensi per prestazioni sportive dilettantistiche…
  • la dichiarazione IRAP per gli imprenditori agricoli,
  • eventuale sentenza di separazione o divorzio,
  • indennità provinciali (per i residenti in Trentino).

Al fine del calcolo del patrimonio mobiliare e immobiliare servono

  • la documentazione del valore del patrimonio mobiliare come Libretti di deposito, depositi bancari, Titoli di Stato, Buoni fruttiferi, azioni, obbligazioni…
  • conti depositi, conti vincolati, conti…
  • saldo e giacenza media di conti, carte e libretti,
  • il patrimonio risultante dall’ultimo bilancio per i lavoratori autonomi,
  • certificati catastali, compravendite, immobili esteri,
  • donazioni di immobili,
  • quota capitale residua di mutuo,
  • certificazione di attività finanziarie.

Tutti i documenti dovranno far riferimento al 2022 per il calcolo dell’ISEE 2024. Tra i dati da fornire anche le targhe dei veicoli di proprietà.

Lascia un commento


Impostazioni privacy