Questi lavoratori riceveranno un bonus da 1000 euro: controlla se sei tra i fortunati

I lavoratori di una nota azienda riceveranno il bonus da 1.000 euro promesso ad agosto. Ecco chi sono i fortunati.

In questo periodo di crisi economica alcune aziende erogano bonus economici ai propri lavoratori. Ciò è possibile grazie a misure economiche inserite nell’attuale legge di Bilancio ma che il governo ha intenzione di prorogare anche per il 2024.

Bonus da 1000 euro per i dipendenti di Poste Italiane
In arrivo un bonus da 1.000 euro (informazioneoggi.it)

Tra le aziende che sono intervenute a favore dei propri dipendenti ci sono ENI e Ferrero. Ora anche un’altra azienda italiana ha intenzione di erogare a novembre un bonus da 1.000 euro. Scopriamo di chi si tratta.

Bonus da 1000 euro per questi fortunati lavoratori

Per premiare i dipendenti che hanno soddisfatto le richieste dei clienti, Poste Italiane ha deciso di erogare un bonus da 1.000 euro, aiuto economico che in questo periodo farà felice molti lavoratori.

Il bonus, che sarà erogato una tantum, è quello che la società aveva concordato ad agosto: ora è arrivato il momento di versarlo ai dipendenti virtuosi.

A comunicarlo è l’amministratore delegato di Poste Italiane Matteo De Fante che in merito ha anche affermato: «Questo bonus ha anche lo scopo di mitigare la dinamica inflattiva nel periodo di vigenza del presente accordo. Nel frattempo, sono in corso le trattative per il nuovo contratto collettivo per il periodo 2024-26».

Soddisfatti i lavoratori, che riceveranno un bonus per affrontare il periodo di crisi con l’inflazione alle stelle, e l’azienda che continua la sua crescita. Infatti, nei primi nove mesi del 2023 ha ottenuto risultati incredibili con ricavi da circa 9 miliardi di euro, ovvero un aumento su base annua del 7%.

Ottimi risultati ottenuti anche grazie alla razionalizzazione dei costi, nonostante l’inflazione, e la crescita dei settori legati alla Corrispondenza, pacchi e distribuzione e ai Pagamenti e Mobile. I primi hanno subito una revisione delle tariffe, mentre i secondi un consolidamento di LIS.

Senza dimenticare l’offerta Poste Energia che ha all’attivo 400mila contratti firmati.

In fondo, l’ad Matteo Del fante lo aveva comunicato che il 2023 sarebbe stato un anno molto frenetico per la Società, anche grazie alle aperture presso molti uffici postali dei nuovi spazi chiamati Punto Poste Casa & Famiglia.

I risultati positivi si registrano anche sul fronte assunzioni per le tante posizioni aperte: si offrono contratti a tempo indeterminato.

Impostazioni privacy