Posso ottenere il bonus 104 per cambiare il portone di casa?

Scopriamo se tra gli interventi ammessi alle agevolazioni Legge 104 rientra anche la sostituzione del portone di casa.

In redazione è giunto un quesito. “Posso ottenere agevolazioni con la Legge 104 per cambiare il portone anti-scasso?“.

Legge 140 per cambiare il portone
Si può usare la 104 per agevolazioni sul portone? (Informazioneoggi.it)

La Legge 104 prevede diverse agevolazioni sia lavorative che fiscali per le persone con handicap fisico, psichico e mentale certificato e per i caregiver che si prendono cura di un disabile grave. Tra i vari aiuti citiamo la misura per l’eliminazione delle barriere architettoniche ossia degli impedimenti che rendono gli spostamenti difficili per i soggetti con ridotta o impedita capacità motoria.

L’agevolazione prevede una detrazione IRPEF del 50% su un tetto massimo di spesa di 96 mila euro. La detrazione per la ristrutturazione casa scende al 36% con tetto massimo di 48 mila euro. Gli interventi ammessi sono

  • L’eliminazione degli scalini in favore di passerelle,
  •  la trasformazione degli spazi del bagno,
  • la ristrutturazione complessa con modifica della planimetria dell’abitazione,
  • l’installazione di ascensori e montascale,
  • l’allargamento di porte e passaggi.

Se la sostituzione del portone, dunque, è legata ad un allargamento del portone stesso o del passaggio allora si potrà richiedere il Bonus barriere architettoniche. Se il cambio non porta alcun vantaggio alla persona con handicap allora si dovrà corrispondere l’intera somma senza sperare di poter approfittare della detrazione.

Ricordiamo che per avere diritto alla detrazione, inoltre, occorrerà essere portatore di handicap grave (Articolo tre comma tre della Legge 104) o un caregiver che ha a carico un disabile grave (reddito fino a 4 mila euro se under 24 o fino a 2.840,51 euro lordi).

Impostazioni privacy