Ho la legge 104 posso ottenere bonus per cambio infissi e porte finestre?

Per l’acquisto e la sostituzione di infissi, porte, lucernari, porte finestre è possibile accedere a dei Bonus molto vantaggiosi.

La Legge di Bilancio 2023 ha confermato molti Bonus relativi ai lavori edilizi di efficientamento di unità abitative singole e di condomini.

bonus infissi 2023
Quali sono i Bonus a disposizione per chi intende sostituire infissi e porte? – InformazioneOggi.it

Per quanto riguarda la modifica o la sostituzione degli infissi, è possibile usufruire dell’Ecobonus al 50%, del Superbonus (se gli interventi comportano il recupero di almeno due classi energetiche), del Bonus Ristrutturazione e del Bonus Sicurezza.

Ecobonus e Bonus Ristrutturazione per infissi e porte anche con la Legge 104?

Una Lettrice ha inviato il seguente quesito:

Salve, ho una bimba di 8 anni con Legge 104. È possibile accedere alle agevolazioni per cambiare gli infissi di casa, porte e finestre? Grazie“.

Chiariamo alla nostra gentile Lettrice che non esistono specifiche agevolazioni per la sostituzione degli infissi per i possessori di Legge 104.

È, tuttavia, possibile usufruire di una serie di Bonus, che variano in base ai lavori da compiere.

Innanzitutto, può richiedere l’Ecobonus, nel caso in cui la sostituzione o la modifica degli infissi comporti una miglioria dell’efficienza termica dell’immobile.

Nel dettaglio, può beneficiare di una detrazione al 50%, entro un massimo di 60 mila euro, per la sostituzione di finestre, porte finestre o porte di ingresso, persiane, tende da sole, avvolgibili e tapparelle. Il Bonus sarà attivo fino al 31 dicembre 2024.

Entro 90 giorni dal termine dei lavori, bisogna inviare la “Scheda Descrittiva dell’Intervento” all’ENEA, attraverso il sito www.detrazionifiscali.enea.it.

Alla pratica, inoltre, viene assegnato un codice CPID, che dovrà essere mostrato, in caso di controlli, insieme alle fatture, alle ricevute di pagamento e a tutta la documentazione rilasciata da chi ha effettuato gli interventi.

Oltre all’Ecobonus al 50%, la Lettrice può detrarre le spese per la sostituzione degli infissi anche grazie al Bonus Ristrutturazione, fruibile entro il 31 dicembre 2024.

Il beneficio economico consente di ottenere una detrazione fiscale del 50%, entro una spesa massima di 96 mila euro, suddivisa in 10 rate annuali di pari importo.

Gli interventi che consentono l’accesso al Bonus sono quelli di manutenzione ordinaria e straordinaria, di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia.

La sostituzione degli infissi esterni, di serramenti e di persiane con serrande e con la modifica del materiale o del tipo di infisso rientra tra i lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento.

Superbonus e Bonus Sicurezza: quali sono i vantaggi?

La Lettrice può usufruire anche del Superbonus, relativamente alla sostituzione di finestre, infissi, porte di ingresso e porte finestra.

Ricordiamo che la Legge di Bilancio 2023 ha escluso la possibilità di usufruire della cessione del credito e dello sconto in fattura e ha ridotto la percentuale di detrazione ottenibile dal 110% al 90%. Nel 2024, inoltre, passerà al 70%.

Anche in questo caso, al termine degli interventi edilizi, bisognerà inviare la documentazione all’ENEA, entro 90 giorni.

C’è, infine, il Bonus Sicurezza, consistente in una detrazione fiscale del 50%, fino a un massimo di 96 mila euro, per le spese sostenute per l’installazione di sistemi attivi e passivi che aumentino la sicurezza dell’immobile.

Vi rientrano porte e infissi con vetri antisfondamento, inferriate, persiane, tapparelle di sicurezza. La detrazione è suddivisa in 10 rate annuali di eguale importo.

“Invia una domanda agli esperti di InformazioneOggi.it, tramite il form dell’Esperto risponde, il servizio è semplice e gratuito. ” Link https://www.informazioneoggi.it/esperto-risponde/

Lascia un commento


Impostazioni privacy