Quanto prende una badante o colf di pensione? Il calcolo e l’importo reale

Pensione badante o colf: quanti contributi si versano, quanto prendono, come funziona il calcolo. Ecco la guida completa.

Secondo la normativa, i collaboratori domestici, quindi anche colf e badante, possono andare in pensione quando si verificano tre le seguenti tre condizioni.

Calcolo pensione colf e badante
Ecco come si calcola la pensione colf e badante? (informazioneoggi.it)

La prima è il raggiungimento dei requisiti legati all’età, poi c’è l’anzianità contributiva e, infine, la conclusione del rapporto di lavoro. Queste condizioni, però, devono avvenire contemporaneamente.

Inoltre, ricordiamo che come per gli altri lavoratori, anche per colf e badanti i contributi previdenziali versati servono a garantire una copertura assicurativa, assicurano la futura pensione, la maternità, la disoccupazione e molti altri diritti.

Pensione colf o badante: calcolo e importo reale

Nel dettaglio, colf e badanti possono accedere alla pensione al raggiungimento dei 67 anni di età, di almeno 20 anni di contributi e al termine del rapporto di lavoro. Quindi, si tratta della pensione di vecchiaia.

Il contributo minimo di 20 anni può variare in base ai seguenti criteri:

  • 15 anni di contributi se versati entro il 31 dicembre 1992;
  • 5 anni di contributi e 71 anni di età, se la contribuzione è iniziata dal 1° gennaio 1996;
  • nessun contributo versato prima del 31 dicembre 1992 per i lavoratori ammessi alla prosecuzione volontaria entro la data suddetta;
  • 25 anni di contributi per chi ha lavorato almeno 10 anni per periodi inferiori a 52 settimane nell’anno solare precedente alla richiesta di pensionamento.

Inoltre, il pensionamento potrà avvenire:

  • a 55 anni, se donne, e a 60 anni, se uomini per le persone con infermità pari o superiore all’80%;
  • a 50 anni, se donne, e a 55 anni, se uomini purché abbiano versato almeno 10 anni di contributi per i non vedenti.

Anche colf e badanti hanno diritto alla pensione anticipata ma solo se hanno versato 42 anni e un mese di contributi, se uomini, e 41 anni e un mese, se donne. Attenzione: con tale opzione i requisiti cambiano ogni anno perché si basano sulla speranza di vita. Nel 2023 e fino al 2026 l’anzianità contributiva rimane invariata.

Due esempi di calcolo

Il calcolo della pensione per badanti e colf potrebbe essere un po’ complicato perché dipende da diversi fattori. Per questo si consiglia di rivolgersi all’INPS oppure a Caf e patronati.

In sintesi, ecco due esempi di calcolo. Nel primo consideriamo un collaboratore assunto per 24 ore settimanali, 67 anni di età e 5 anni di contributi. La sua pensione mensile sarà pari a 50 euro; l’importo sarà di 150 euro al mese se è assunto per 54 ore settimanali.

Invece, nel caso in cui il collaboratore abbia versato 20 anni di contributi, a 67 anni potrebbe ricevere una pensione tra i 400 e i 450 euro mensili.

Lascia un commento


Impostazioni privacy