Smarpthone e disattenzione, arrivano i semafori che proteggono i pedoni: dove e come funziona

Arriva un’idea importante per i pedoni che camminano guardando lo smartphone senza stare attenti ai pericoli stradali: i nuovi semafori

Vagare in strada, guardando lo smartphone e non prestando attenzione alla strada e ai possibili pericoli, è l’aspetto importante alla base dell’installazione dei primi semafori in questione.

Semafori che avvisano pedoni distratti dagli smartphone: la novità
Semafori che proteggono le persone distratte da smartphone, dove e dettagli -informazioneoggi.it

Le strade possono legarsi potenzialmente a tanti pericoli, soprattutto qualora le si attraversi col rosso mentre si è distratti dallo smartphone. 

Proprio per tale ragione ha avuto luogo l’introduzione dei primi semafori ideati proprio per la protezione delle persone, nella città di Padova.

I nuovi dispositivi non si limitano soltanto alle classiche icone di uomo stilizzato nei diversi colori, rosso, giallo e verde. C’è infatti, spiega nell’approfondimento GreenMe.it, anche la presenza di un ulteriore elemento, ovvero sia un fascio di luce rossa che si proietta sul terreno, dove vi sono le strisce pedonali.

Nel momento in cui il semaforo diviene verde, il suddetto fascio di luce sulla prima fila delle strisce, sparisce. L’idea nasce per avvertire anche le persone la cui attenzione è fissata sui cellulari e che, quindi, potrebbero correre il rischio di non stare attenti al contesto nella fase di attraversamento.

La nascita di tale progetto si fonda sulla consapevolezza che sempre più pedoni, camminando mentre sono intenti a guardare i propri smartphone, di frequente non prestano attenzione alla strada. 

Il Comune di Padova ha installato i primi 2 nuovi semafori a Prato della Valle.

Semafori che proteggono i pedoni disattenti con gli smartphone: come funzionano

Sostanzialmente, nel momento in cui il semaforo è rosso e un pedone cominci ad attraversare la strada, la persona viene colpita dalla luce proiettata in terra. Tale aspetto finisce per attirare l’attenzione, avvisandola del pericolo.

Il fornitore della città ha fornito gratis tali strumenti: il semaforo installato a Prato della Valle è molto frequentato, tanto dai cittadini locali quanto dai molti turisti, visto che si trova nei pressi di un grosso parcheggio.

L’iniziativa viene salutata positivamente dall’assessore alla mobilità Ragona, il quale ha riconosciuto che pur se ad oggi questo dispositivo non è previsto dal Codice della Strada, l’aggiunta può fornire un contributo al miglioramento della sicurezza della strada.

Un’aggiunta, si legge su Greenme.it, che lascia invariata la struttura del semaforo, la quale rispetta quanto previsto dal Codice della Strada.

L’assessore sottolinea che la distrazione è una fonte rilevante degli incidenti, considerando tanto automobilisti, quanto pedoni e ciclisti.

Impostazioni privacy