‘I poveri non vestono Adidas’, bufera su Rete 4: Del Debbio mette un freno

Scoppia la bufera in onda su Rete 4 durante la trasmissione Dritto e rovescio. Causa dei diverbi fuori dalle righe il Reddito di Cittadinanza.

Del Debbio è costretto a chiudere il blocco in anticipo e a non ritornare sull’argomento per evitare che i toni si riaccendessero.

Rete 4 Dritto e rovescio
InformazioneOggi.it

Il Reddito di Cittadinanza continua ad innestare polemiche. Durante la trasmissione Dritto e rovescio in onda su Rete 4 sono state lanciate parole dure tra Andrea Ruggieri e alcuni ragazzi percettori del sussidio al reddito. Rissa sfiorata, urla, accuse, insulti, parolacce, il conduttore Paolo Del Debbio per porre fine all’improvvisa alta tensione ha dovuto mandare la pubblicità in anticipo. Tutto è iniziato da un semplice – e comune – dibattito sul Reddito di Cittadinanza con alcuni giovani percettori che chiedevano a gran voce un’occupazione stabile e un contratto di lavoro a tempo indeterminato. I racconti di povertà e condizioni economiche difficili hanno scatenato l’ira dell’ex parlamentare di Forza Italia Andrea Ruggieri. Parole dure sono uscite dalla sua bocca, volte a delineare una situazione di ambiguità su cui riflettere.

Bufera a Rete 4, Ruggieri contro i percettori dell’RdC

I soldi con cui si paga il Reddito non li stampano a casa mia, sono i soldi delle tasse” afferma Ruggieri. E continua dicendo “siete giovani, non siete rimbambiti” riferendosi ai percettori di RdC. Continua sottolineando come debbano smettere di prendere in giro i connazionali. Per l’ex parlamentare sono “finti” poveri, basta guardare come vestono per capire che non c’è alcuna situazione di difficoltà economica. Il riferimento è alle scarpe che indossano, molto più costose di 10 euro.

Nessuno di voi è povero“. Poche parole dirette che portano i ragazzi percettori di RdC a ribattere duramente. Insulti e parolacce, sugli spalti la situazione è degenerata creando un conflitto nello studio indomabile. La regia ha tentato di smorzare la drammaticità dell’accaduto spegnendo i microfoni, poi inquadrando solo dall’alto o il primo piano del conduttore Del Debbio. Quest’ultimo ad un certo punto non ha retto più e ha preso la drastica decisione.

Pubblicità, e torna l’ordine in studio

Fermi, ohhh. Basta basta basta. Siamo andati oltre“. Del Debbio sostiene che in questi termini in trasmissione non si parla e informa i partecipanti che il blocco finirà in quell’esatto momento mandando la pubblicità prima del tempo. Pochi minuti di interruzione e, una volta rientrati in studio, non si vedono più i protagonisti dello scontro. Il tema è cambiato – la questione ambientale – e viene dato il benvenuto ai nuovi ospiti (parte registrata precedentemente).

Cosa si può concludere dopo aver riassunto la rissa sfiorata a Dritto e rovescio su Rete 4? I dubbi sull’etica del Reddito di Cittadinanza sono tutt’altro che svaniti. Cosa ha portato di buono ai ragazzi il sussidio al reddito? Hanno imparato ad aspettare, a pretendere che un posto di lavoro sia loro assegnato e nel frattempo a percepire soldi senza fare nulla. Ma questo già era stato sottolineato da Giorgia Meloni. Ora durante la trasmissione si è messo in discussione un altro aspetto. La presunta povertà dei percettori, povertà che a detta di Ruggieri non esiste. Chi veste Adidas non può essere povero. Chi è in difficoltà economiche non entra in un negozio di marca per fare acquisti. Andrà al mercatino dell’usato, probabilmente, secondo l’ex parlamentare. Insomma, a volte l’abito fa il monaco.

Impostazioni privacy