Ministero della Difesa cerca 40+ risorse, anche per servizio permanente: invia la candidatura

Il Ministero della Difesa cerca personale, e offre più di 40 posti. Ecco la sintesi dei Bandi Pubblici e come fare a inoltrare la domanda.

Chi è in possesso di Laurea e ovviamente di altri fondamentali requisiti, può ambire a entrare a far parte del Ministero della Difesa.

Ministero della Difesa cerca
InformazioneOggi

Andiamo a scoprire quali sono i Bandi attivi, le scadenze, i requisiti richiesti e come fare la domanda.

Innanzitutto anticipiamo che sono indetti concorsi per il reclutamento di 36 guardiamarina in servizio permanente nel ruolo speciale del Corpo di Stato Maggiore, e di 4 guardiamarina nel ruolo speciale del Corpo sanitario militare marittimo. Infine, di 14 guardiamarina in servizio permanente nel ruolo speciale del Corpo del Genio della Marina.

Ministero della Difesa cerca 40+ risorse, anche per servizio permanente, ecco i Bandi

Troviamo interessanti opportunità e soprattutto numerosi posti disponibili presso la Marina Militare. Ci sono varie scadenze da rispettare però, che vanno dal 6 al 16 febbraio 2023. Cominciamo con le specifiche dei Concorsi pubblicati anche in Gazzetta Ufficiale n 4 del 17 gennaio 2023. In questo caso la scadenza è prevista per il 16 febbraio.

  • 36 guardiamarina in servizio permanente nel ruolo speciale del Corpo di Stato Maggiore, con riserva di tre posti a favore del coniuge e dei figli superstiti
  • 14 guardiamarina in servizio permanente nel ruolo speciale del Corpo del Genio della Marina così ripartiti: 1) genio navalesettore navale: 5 posti, con riserva di due posti a favore degli appartenenti al ruolo dei marescialli e di un posto a favore degli appartenenti al ruolo dei Volontari in servizio permanente; 2) genio navale – settore sommergibilisti: 1 posto, con riserva di un posto a favore degli appartenenti al ruolo dei marescialli; 3) armi navali – settore navale: 4 posti, con riserva di due posti a favore degli appartenenti al ruolo dei marescialli e di un posto a favore degli appartenenti al ruolo dei sergenti; 4) armi navali – settore sommergibilisti: 1 posto, con riserva di un posto a favore degli appartenenti al ruolo dei marescialli; 5) infrastrutture: 3 posti, con riserva di un posto a favore degli appartenenti al ruolo dei marescialli.

Per accedere ai bandi sopra citati e inviare la domanda, i candidati dovranno connettersi al portale dei concorsi on-line del Ministero della difesa. Tutte l procedure sono da intendersi telematiche e dunque i candidati devono essere in possesso di SPID o CIE.

Naturalmente, per l’alto livello degli incarichi, sono richiesti diversi titoli, su cui i candidati possono approfondire leggendo il Bando ufficiale. Gli ammessi, dovranno sostenere due prove scritte: (una di cultura generale e una di cultura tecnico-professionale). Poi una prova scritta per l’accertamento della conoscenza della lingua inglese. A seguire, avverrà una valutazione dei titoli di merito. Ci saranno anche accertamenti sulle condizioni psico-fisiche e attitudinali. Infine, la prova orale.

Passiamo ora al Concorso straordinario

La scadenza è fissata per il 16 febbraio 2023 e il Bando è per titoli ed esami per il reclutamento di 4 guardiamarina in servizio permanente nel ruolo speciale del Corpo sanitario militare marittimo. Nel Bando si specifica anche la specifica ripartizione:

  • n. 2 posti riservati per laureati in biologia;
  • n. 2 posti riservati per laureati in odontoiatria.
  • Ai sensi dell’art. 645 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, dei quattro posti di cui al precedente comma 1, uno é riservato al coniuge e ai figli superstiti ovvero ai parenti in linea collaterale di secondo grado (se unici superstiti) del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia deceduto in servizio e per causa di servizio.

Per partecipare al concorso, oltre ai requisiti generici, nel Bando troviamo la richiesta esplicita dei seguenti titoli di studio.

  • Laurea magistrale in odontoiatria e protesi dentaria (LM-46) e diploma di abilitazione all’esercizio della professione di odontoiatra.
  • Saranno ritenuti validi anche i diplomi di laurea (DL) o le lauree specialistiche (LS) conseguiti secondo i precedenti ordinamenti, equiparati, ai sensi dei decreti interministeriali 9 luglio 2009 e successive modifiche e integrazioni, alle predette classi di lauree, ai fini della partecipazione ai concorsi pubblici.

Anche in questo caso, i candidati che desiderano approfondire possono visitare il sito ufficiale dei Concorsi. Scorrendo nell’elenco troviamo anche altri concorsi, ma la loro scadenza è davvero vicina, dunque meglio affrettarsi!