Rottamazione cartelle fino a 1000 euro: sconto o eliminazione totale dei debiti

Il nuovo governo nell’agenda dei programmi si sta occupando anche della rottamazione cartelle e l’eventuale sconto che si può ricevere.

Il condono fiscale è un argomento che interessa tutti gli schieramenti politici e proprio per questo ognuno vuole dare la propria opinione.

rottamazione cartelle
InformazioneOggi

Ma sarà il nuovo governo a decidere e tra le opzioni è prevista anche la rottamazione delle cartelle per i debiti con il fisco fino a 1.000 euro. vediamo i dettagli.

Rottamazione cartelle fino a 1000 euro: ecco lo sconto che si potrebbe ottenere

Rottamazione cartelle uguale condono fiscale perché è quello che sembra. Condono fiscale per debiti con il Fisco fino a 1.000 euro con la possibilità di uno sconto o dell’azzeramento della cartella.

Insomma, può essere considerato anche un maxi-condono destinato appunto a tutti i contribuenti che sono in debito nei confronti del Fisco proprio per questa cifra. In questo caso i debiti pari, o anche minori, di 1.000 euro saranno cancellati.

Invece, per i debiti superiori il governo ipotizza un meccanismo di recupero che permetta allo Stato di riottenere più risorse possibili. Queste poi saranno investite nella nuova manovra fiscale che comunque deve essere rivista per intero.

Il motivo di questa decisione è molto chiaro. Le risorse che ora sono presenti nelle casse dello Stato non sono sufficienti per mantenere tutte le promesse fatte in campagna elettorale. Tante sono le emergenze che il governo Meloni deve affrontare e scegliere non è facile. Quindi, ha deciso sulla più urgente: la crisi energetica.

Tutto il resto seguirà per gradi: riforma delle pensioni, aiuti alle famiglie, intervento normativo e strutturale della scuola e dell’istruzione in generale.

Condono fiscale: sconti per i contribuenti

La rottamazione delle cartelle fiscali dovrebbe riuscire a ottenere le risorse grazie al meccanismo di sconti inversamente proporzionali agli importi dovuti: più basso è il debito con il Fisco, più alto lo sconto che si ottiene.

In pratica, se la proposta dovesse passare, la rottamazione cartelle nel 2023 dovrebbe funzionare nel seguente modo:

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
  • condono fiscale e quindi azzeramento del debito per le cartelle pari o inferiori a 1.000 euro;
  • 80% di sconto per le cartelle fino a 3mila euro;
  • rateizzazione delle cartelle fino a 10 anni se l’importo è maggiore di 3mila euro e versamento di una maggiorazione del 5% invece di sanzioni e interessi;
  • per le cartelle con debiti superiori: pagamento importo totale con una sanzione forfettaria del 5% e rateizzazione automatica in 5 anni.

Inoltre, si pensa di estendere la rateizzazione in 10 anni anche ai contribuenti che ancora non hanno ricevuto la notifica del pagamento delle cartelle perché non ancora inviate. Non solo, ma anche nel caso di omesso pagamento non riscontrato o accertato dall’Agenzia delle Entrate.