Novità su congedo parentale, legge 104 e paternità: cambia tutto, i dettagli

Su Legge 104, paternità, congedo parentale, alcune delle più importanti novità recenti: dettagli a seguire

C’è sempre grande attenzione sulle novità e le indicazioni da parte di INPS su temi rilevanti quali legge 104, congedo parentale, paternità: eccone alcune tra le più recenti, dettagli in merito.

congedo parentale
Canva

Talune di tali novità son state previste con la definitiva approvazione del Dlgs 30.06.22, numero 105.

Il decreto si va ad armonizzare alla nuova disciplina europea per quanto attiene vita lavorativa e privata, circa genitori e caregiver, spiega nell’approfondimento di Scuolainforma.it Con l’obiettivo, anche, del raggiungimento della parità di genere nell’ambito di lavoro e famiglia.

A seguire alcune di tali novità su paternità e congedi parentali, possono esser approfondite nel messaggio INPS 3066, 04.08.22.

Per quanto attiene la paternità, a divenire strutturali sono i dieci giorni di paternità obbligatoria, con copertura con indennità che è pari al cento per cento della retribuzione. Si tratta di un diritto esercitabile dal padre lavoratore in un lasso di tempo che va dai 2mesi prima a 5mesi seguenti il parto.

Tanto in caso di nascita – si legge – quanto di morte perinatale del bimbo. Tale diritto riguarda anche i lavoratori del pubblico impiego cui in presenza vi era esclusione circa la misura.

Congedo parentale, Legge 104, maternità: occhio alle recenti novità INPS

Sono vari e rilevanti i temi di interesse che stanno a cuore a molti, come nel caso ad esempio della Legge 104 in relazione al mutuo e alle agevolazioni legato acquisto della casa.

Tornando al punto in oggetto, come approfondito da Scuolainforma.it, per quanto riguarda il congedo parentale indennizzato, ad allungarsi è la durata temporale nel complesso. Si va dai sei ai nove mesi, con copertura con indennità del trenta per cento della retribuzione.

Ciascun genitore godrà di te potrà godere di tre mesi di congedo, che non si può trasferire all’altro, per un tot. di sei mesi. A ciò va ad aggiungersi un altro periodo di tre mesi, che si può usufruire tra i genitori in alternativa tra di loro.

Per quanto riguarda l’età del figlio per cui sarà possibile usufruire del congedo, questo passa a dodici anni.

Rispetto poi alla legge 104, le novità si possono approfondire nel messaggio INPS 3096, 08.22.

Nel dettaglio, per quanto riguarda i permessi, dal tredici di agosto possono venir impiegati da più caregiver circa l’assistenza di un familiare che si trovi in condizione di disabilità accertata.

Altro aspetto riguarda l’equiparazione ai coniugi di chi è unite civilmente e si va ad introdurre quella dei conviventi di fatto riguardo il fruire dei benefici della Legge104.

Si prevede l’accesso allo smart working, la priorità per genitori, caregiver e soggetti con disabilità.

In merito poi alla maternità a rischio, vi è il riconoscimento anche per lavoratrici autonome.

Impostazioni privacy