Concimare i Limoni in modo naturale, tutti i trucchi per ottenere frutti succosi e sani tutto l’anno

Anche se in commercio esistono molti prodotti per nutrire le piante possiamo concimare i Limoni in modo naturale. Ecco tutti i sistemi.

Per ottenere piante belle e sane dobbiamo curare tutti gli aspetti del loro ciclo vitale. Dal posizionamento con la giusta luce all’innaffiatura, dalla potatura alla concimazione. I limoni sono piante che danno grandi soddisfazioni, ma necessitano anche di attenzioni specifiche.

Concimare i Limoni in modo naturale
Adobe Stock

In questo articolo ci soffermiamo su una delle fasi più delicate della vita dei Limoni, ovvero il periodo della concimazione. Non è sufficiente, infatti, acquistare un buon fertilizzante e seguire le indicazioni della confezione. Un’azione sbagliata può danneggiare anche seriamente la pianta, e persino farla morire.

Ottenere dei risultati, però, anche con prodotti naturali, è più facile di quel che si pensi. Esistono diverse “ricette” da sfruttare per nutrire i nostri Limoni e avere così dei frutti sani da usare in cucina.

Come sappiamo, il Limone è un alleato preziosissimo in casa, e poter mangiare quelli prodotti da noi è una grande soddisfazione, oltre che utile alla salute. Purtroppo esistono limoni pieni di pesticidi, o trattati in modo tale che la buccia non è più edibile. Ecco allora come procurarci dei frutti sani autonomamente, e spendendo pochissimo.

Concimare i Limoni in modo naturale, tutti i trucchi per ottenere frutti succosi e sani

Come accennato all’inizio dell’articolo, le piante vanno curate in ogni fase del loro ciclo vitale. Anche la concimazione può avvenire in diversi momenti dell’anno. E può essere effettuata con diverse sostanze a seconda dei bisogni della pianta.

Ad esempio in primavera i Limoni sono in piena fase di crescita e necessitano di tanto Azoto. Per offrirglielo in modo naturale possiamo creare un concime con i Lupini essiccati. Basterà usarne 120 gr per ogni metro quadrato di terra. Dobbiamo triturarli e spargerli nel terriccio, facendoli penetrare leggermente sotto al primo strato. Poi annaffiamo. I Lupini rilasceranno le preziose sostanze, arricchendo tutto il terreno.

Quando cominciano a spuntare i primi Limoni possiamo dare una spinta alla crescita, usando le proprietà di cenere e polvere di caffè. La cenere contiene tanto Fosforo e tanto Potassio, inoltre agisce come regolatore dell’acidità del terreno. La polvere di caffè invece offre ottime quantità di Azoto.

Via via che la pianta di Limone aumenta la produzione di frutti possiamo usare un concime fatto con le bucce di banana. Darà l’energia che serve per dare ai frutti consistenza e succo.

In linea generale, poi, è possibile sfruttare le proprietà della Cannella per ottenere un’azione antifungina e antibatterica. Ne basta un cucchiaio da inserire nel terriccio. Anche le bustine di tè verde usate sono ottime come fertilizzante naturale. È sufficiente lasciarle nel vaso e ogni volta che andremo a innaffiare la pianta rilasceranno preziose sostanze nutritive.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Abbiamo dunque molti modi per curare le nostre piante, anche senza fertilizzanti chimici. Sono certamente efficaci, ma usandoli contribuiamo ad “avvelenare” l’ambiente, e se possiamo evitarlo sarà un vantaggio per tutti.