Innovativo Farmaco per la Sla, i passi avanti dell’Italia nella cura di questa malattia

La Medicina sta facendo enormi passi avanti ed è stato ideato in Italia un nuovo farmaco per la Sla, da oggi approvato anche in Cina.

La Sla, acronimo che sta per Sclerosi Laterale Amiotrofica è una terribile malattia di tipo neurodegenerativo progressivo. Tra le cure che già esistono per contrastarla, adesso abbiamo un’arma in più.

Farmaco per la Sla
Adobe Stock

Ad oggi, non esiste una cura definitiva e risolutiva per la Sla, anche se la Ricerca sta facendo enormi passi avanti. Ogni persona, poi, sviluppa sintomatologia differente e anche il decorso è soggettivo. L’aspettativa di vita di chi viene colpito da questa malattia non è purtroppo molto alta. Si va dai 3 ai 10 anni.

La causa della SLA, che colpisce circa 6-8 persone ogni 100.000, è ancora sconosciuta. le terapie mediche per la sua cura si sono rivelate non completamente risolutive

Al momento, infatti, l’unico principio farmacologico in grado di rallentare lo sviluppo della Sla è il Riluzolo. Le probabilità di sopravvivenza aumentano in caso di somministrazione del farmaco, anche se la terapia è più efficace nello stadio iniziale della malattia.

Innovativo Farmaco per la Sla, come funziona e quali sono i vantaggi per i malati

Arriva però un’ottima notizia dall’azienda Italfarmaco, che opera nel comparto farmaceutico e chimico. È stato brevettato un medicinale a base di Riluzolo, ma con una peculiarità che permette di somministrare meglio la cura.

Infatti nei malati di Sla, come purtroppo sappiamo, le funzioni motorie degenerano sempre più. Il decorso porta a intubazione e ventilazione assistita a causa della paralisi muscolare. Tra le altre manifestazioni, il paziente presenta disturbo disfagico, ovvero non riesce più a deglutire correttamente.

Ecco perché la nuova terapia ideata da Italfarmaco si rivela fondamentale. Il trattamento è infatti in Riluzolo liquido addensato, più facile da assumere proprio da quei soggetti che hanno le funzionalità compromesse.

Il farmaco, denominato Teglutik, è stato anche approvato dalla Drug Administration Law of the People’s Republic of China. Sarà così immesso anche nel mercato del Paese. Ma la Cina è solamente l’ultimo dei Paesi dove il medicinale viene distribuito. Oltre all’Italia, naturalmente, la cura è disponibile in Germania, in Spagna, in Francia, in Grecia, in Svizzera, Benelux e Nordics. Ma anche negli Usa, nel Regno Unito, in Australia, in Argentina, in Slovenia, a Hong Kong e in Bangladesh.

La stessa Italfarmaco ha diffuso i risultati del trattamento. “Nei pazienti con disturbi di deglutizione o in nutrizione enterale, l’adesione al trattamento è spesso compromessa a causa dell’aggravamento della malattia. Per questo Teglutik, il primo e unico riluzolo liquido addensato per la Sla, facile da deglutire, è particolarmente indicato per risolvere questa problematica“.

La speranza è che la Ricerca continui a sviluppare soluzioni in grado di contrastare sempre di più il decorso di questa terribile malattia.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base