Nuovi titoli BTP in asta: a partire da mercoledì 25 maggio, ottima occasione per far fruttare i soldi

Il 26 maggio ci sarà l’emissione di due nuovi titoli BTP in asta. Il calendario è pubblicato sul sito del MEF.

Nello specifico si tratta del BTP Short Term e del BTP€i a 10 anni. I primi sono titoli di Stato che nel tempo sostituiranno i Certificati del tesoro zero coupon (CTZ) con una durata compresa tra i 18 e i 30 mesi.

nuovi titoli btp in asta
Foto Canva

I secondi, invece, sono titoli a medio-lungo termine a reddito variabile e sono indicizzati in base all’inflazione europea. Tra l’altro, per il titolo BTP Short Term si tratta della trance numero 9, poiché già il 26 aprile era stato messo all’asta. Ecco i dettagli dei due titoli.

Nuovi titoli BTP in asta: a partire dal 25 maggio, ottima occasione per far fruttare i soldi

Quindi, il dipartimento del Tesoro si prepara a collocare nuovi titoli BTP in asta. Il calendario delle operazioni di sottoscrizione è stato pubblicato in un comunicato stampa il 23 maggio 2022 ed è reperibile sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF).

Con riferimento alle domande per l’asta queste dovranno essere presentate il 26 maggio entro le ore 11. Da ciò si deduce che la prenotazione dei titoli sarà il giorno precedente, il 25 maggio 2022. Ecco, in sintesi, le caratteristiche dei titoli. Il regolamento delle sottoscrizioni sarà pubblicato il 30 maggio.

BTP Short Term:

  • codice ISIN: IT0005482309;
  • tranche: nona;
  • emissione: 28 gennaio 2022;
  • scadenza: 29 novembre 2023;
  • pagamento cedola: 29 novembre 2022;
  • importo minimo offerto euro: 1.750;
  • importo massimo offerto euro: 2.250.

BTP€i 10 Anni:

  • codice ISIN: IT0005482994;
  • tranche: quarta;
  • emissione: 15 novembre 2021;
  • scadenza: 15 maggio 2033;
  • pagamento cedola: 15 novembre 2022;
  • importo minimo offerto euro: 750;
  • importo massimo offerto euro: 1.250.

Norme di funzionamento

I nuovi titoli BTP saranno collocati tramite asta marginale e potranno partecipare, per conto terzi e in proprio, esclusivamente gli operatori Specialisti in titoli di Stato e gli Aspiranti Specialisti.

Inoltre, le domande dovranno contenere l’indicazione del prezzo offerto. Le offerte per ciascun operatore non potranno essere superiori di cinque aventi prezzo diverso.

Riguardo alle domande di partecipazione all’asta queste devono essere inviate online attraverso la Rete nazionale interbancaria. Le modalità sono stabilite dalla stessa Banca d’Italia. In caso di malfunzionamento potranno essere inviate tramite fax.

Infine, attraverso un comunicato stampa che sarà pubblicato sul sito il MEF indicherà il prezzo di aggiudicazione dei singoli titoli di Stato.