Grande occasione di lavoro per questa categoria: dai un’occhiata a questa vantaggiosa offerta

Tutti coloro che fanno parte delle categorie protette sono i destinatari di una proposta lavorativa pensata esclusivamente per loro.

Stiamo parlando di un concorso che, come spesso accade, permetterà candidati assunti di assicurarsi il famoso posto fisso. Un desiderio, oggi, che sembra essere sempre più difficile da realizzare. Tuttavia, però, per fortuna ci pensa il pubblico a cercare di creare le condizioni giuste affinché quanto appena detto possa verificarsi senza particolari problemi.

Grande occasione di lavoro a tempo indeterminato per le categorie protette: dai un’occhiata a questa vantaggiosa offerta
Adobe Stock

A tal proposito, la proposta di lavoro che vede come unico destinatario colui che è iscritto alle categorie protette è un concorso. Per essere ancora più precisi, stiamo parlando di un concorso comunale indetto dalla città di Genova, capoluogo della Regione della Liguria. La notizia è stata resa nota sul numero 35 della Gazzetta Ufficiale nella data del 3 maggio 2022. La procedura concorsuale prevederà lo svolgimento di alcuni esami. Una volta superati, i candidati assunti lavoreranno a tempo pieno e indeterminato.

I posti messi a disposizione dal concorso sono 9 e riguardano il profilo di istruttore dei servizi amministrativi. La categoria prevista è la C e la posizione economica è la C1. Oltre a una simile offerta, segnaliamo anche l’ultimo concorso dedicato agli agenti di Polizia locale indetto da un altro Comune, ovvero quello di Pordenone. Al contrario, per chi è indirizzato verso il settore privato, annunciamo che AstraZeneca è alla ricerca di nuove risorse in Italia. Dopo questo piccolo preambolo, possiamo addentrarci nel vivo dell’articolo.

I requisiti fondamentali richiesti a chi appartiene alle categorie protette

Per partecipare al suddetto concorso inerente all’area amministrativa del Comune genovese è necessario essere cittadini italiani. Oppure, come spesso accade, basta anche possedere la cittadinanza di uno degli stati che fanno parte dell’Unione Europea. È richiesta, inoltre, un’età superiore ai 18 anni ed il pieno godimento dei diritti politici e civili. Al contrario, non possono partecipare al concorso chi è soggetto a condanne penali.

Stesso discorso vale per chi è stato destituito o dichiarato decaduto presso un precedente impiego nella Pubblica Amministrazione. Inoltre, tutti i candidati di sesso maschile nati entro l’anno del 1985 devono aver svolto la leva obbligatoria per poter partecipare. Per compilare la domanda è richiesto il possedimento della Carta di Identità Elettronica, conosciuta come CIE, e dello SPID. È necessario avere il diploma di maturità ed appartenere alle categorie protette, ovviamente.

Cosa sappiamo sulle prove d’esame

Possiamo dire che in tutto sono previste 3 prove d’esame. La prima è di tipo preselettiva e sarà organizzata dall’Amministrazione in base alla quantità di domande pervenute. Tale prova si presenterà sottoforma di test a risposta multipla che tratterrà le materie d’esame della prova scritta e della prova orale. Oltre a ciò, sempre nella stessa, sono previste anche delle domande inerenti al settore linguistico, deduttivo e matematico-aritmetico.

Per quanto riguarda la prova scritta, essa sarà necessarie per la valutazione delle competenze possedute dai candidati per un simile ruolo. Attraverso la stessa, sarà chiesto al candidato di realizzare un elaborato oppure un progetto. Tuttavia, non è esclusa la possibilità di un test a risposta multipla o sintetica. Invece, nella prova orale sarà anche esaminata la conoscenza della lingua inglese e del pacchetto Office e di programmi Open Source.

Come posso fare domanda di partecipazione?

È possibile presentare la domanda entro e non oltre le ore 12:00 del 3 giugno del 2022. La domanda sarà inviata solo ed esclusivamente per via telematica. Per questo motivo sarà necessario essere in possesso dello SPID o della CIE. La piattaforma interessata è riportata al link https://moduli.comune.genova.it/index.php/464852. È, inoltre, previsto il versamento di euro 10,00 tramite il servizio PagoPa collegandosi al sito dell’Ente: https://smart.comune.genova.it/generazione-avvisi-pagamento.

Per leggere il bando basta digitare sul web il sito www.comune.genova.it. Una volta che la pagina si sarà caricata, bisognerà cliccare su “Amministrazione” e poi su “Amministrazione Trasparente”. In seguito, si aprirà un’altra pagina in cui sarà riportato, quasi al centro della stessa, un elenco. Al suo interno è riportata la sezione “Bandi di concorso”. Dopo averci cliccato sopra, appariranno tutti i bandi attualmente attivi, tra cui quello poco prima illustrato nell’articolo.