Milan, i tifosi trovano il colpevole della sconfitta contro il Sassuolo

I tifosi del Milan non ci stanno e temono la discesa di rendimento e di risultati come è avvenuto l’anno scorso. Prima in fuga poi raggiunti dall’Inter che una volta superati ha poi vinto lo scudetto. La seconda sconfitta in campionato significa vedere ridursi il vantaggio accumulato sui cugini nerazzurri da 7 a 1 solo punto in appena due giornate. Poi c’è la possibilità che il Napoli, nel posticipo di stasera contro la Lazio, vincendo stacchi i rossoneri di tre punti.

Milan, seconda sconfitta consecutiva: i tifosi non ci stanno

Non va giù la seconda sconfitta del Milan in campionato e per giunta consecutiva ai tifosi. Hanno subito individuato il colpevole, il mister Pioli, che ha sbagliato le scelte dei giocatori. Sono in tanti che non riescono a capire l’esclusione di Tonali, sembrato maturato e diventato importante negli schemi di gioco dei rossoneri.

Eppure la partita non era iniziata male, fino al gol di Romagnoli al 21′ minuto, il Milan era stato padrone del campo, avendo avuto anche altre occasioni. Ma al 24′ minuto il Sassuolo ha pareggiato con Scamacca, che ha propiziato anche il vantaggio neroverde con un tiro che è stato deviato nella propria porta da Kjaer.

Ad inizio secondo tempo il mister Pioli effettua altre due sostituzioni che non trovano d’accordo i tifosi, fuori Bakayoko e Diaz, dentro Messias, che poi risulterà il migliore, e Kessie. Il gelo su San Siro cala definitivamente al 66′ minuto quando Berardi mette il pallone dentro dell’1-3. Per il giocatore conto aperto con i rossoneri, quello di stasera è il suo decimo gol al Milan.

Sui social subito si sono scatenati i tifosi, che preferivano non rinnovare il contratto al mister Pioli; cosa accaduta in settimana.