Maglioni di lana: come lavarli a mano e in lavatrice senza rovinarli

Gli indumenti più usati d’inverno sono i maglioni di lana poiché caldi e avvolgenti. Tuttavia però ogni qualvolta che dobbiamo lavarli ci prende l’ansia. La lana è una fibra tessile molto delicata, che se non si lava con cura si corre il rischio d’infeltrire. Per evitare questo fastidioso problema, possiamo affidarci ai consigli della nonna, che ne sa sempre più di noi. Vediamo infatti, come è facile e semplice lavare i maglioni di lana senza rovinarli.

Maglioni di lana ecco come lavarli senza rovinarli

Che siano di lana Merino, di angora o cachemire, i nostri delicati maglioni ci proteggono dal freddo. Per preservare la loro bellezza e per farli durare nel tempo, evitiamo di lavarli spesso. Purtroppo, capita che con il lavaggio potrebbero perdere morbidezza e forma. Tuttavia, se si usano le dovute accortezze i nostri maglioni di lana resteranno belli a lungo.

Lavare i maglioni di lana in fondo non è complicato, possiamo optare sia per il lavaggio a mano che quello in lavatrice. Se si sceglie di lavarli a mano, è consigliabile l’utilizzo di una bacinella capiente e di acqua leggermente tiepida, dove sciogliere mezzo tappo di sapone di Marsiglia, oppure un detersivo specifico per capi delicati o lana.

>>>> Come utilizzare vecchi centrini realizzando idee originali

Lavaggio a mano

Il maglione deve essere ben immerso nell’acqua saponata e di tanto in tanto agitarlo delicatamente. Un passaggio importante è quello di non tenerlo in acqua per più di dieci minuti. Dopodiché svuotare l’acqua e procedere con il risciacquo. I maglioni di lana vanno sciacquati più volte con acqua fredda premendo con delicatezza per eliminare il sapone. I maglioni non si strizzano torcendo, ma premendo delicatamente per togliere l’acqua in eccesso. Anche quando si stendono è bene farlo in orizzontale e sopra un asciugamano.

Sistemare l’asciugamano in orizzontale su uno stendino, appoggiare sopra il maglione dandogli la forma originale. Poi arrotolare insieme il maglione e l’asciugamano continuando a premere, così, l’acqua in eccesso sarà assorbita dall’asciugamano. Poi eliminare l’asciugamano e stendere all’ombra sempre in orizzontale, mantenendolo sempre nella sua forma. Di tanto in tanto girare sotto sopra.

Lavaggio in lavatrice

Se invece si decide di lavare il capo in lavatrice, basta usare il ciclo di lavaggio adatto alla lana, escludendo la centrifuga. Anche in lavatrice è bene usare il detersivo adatto alla lana e al posto dell’ammorbidente un cucchiaio di aceto. La nonna consiglia di prelevare il maglione con cautela dalla lavatrice e di proseguire con la stessa strizzatura e asciugatura del lavaggio a mano.

Con questi accorgimenti, non sarà più possibile rovinare i nostri bei maglioni. Ma se intanto nell’armadio c’è un indumento già infeltrito a cui non c’è rimedio, è possibile utilizzarlo per lucidare i mobili di legno, basta tagliarlo in pezzi.