Geminidi, le stelle cadenti d’inverno pronte a stupirci: ecco quando

Le Geminidi sono pronte a lasciarci a bocca aperta proprio nei prossimi giorni del mese di dicembre. Sembra quasi che questo spettacolo maestoso delle cosiddette “stelle cadenti di inverno” arrivi in soccorso del 2021 quasi come una sorta di scusa. In effetti, tra le tante cose che sono capitate quest’anno e che continuano a capitare, sembra proprio che l’anno voglia lasciarci con un bel ricordo di sé. Certo, l’ideale sarebbe che Covid smettesse di circolare e, soprattutto, di mutarsi in varianti sempre peggiori. Ma possiamo trovare, forse, un po’ di sollievo nell’ultimo mese di quest’anno grazie ad un evento davvero grandioso. Detto questo, cosa sono le Geminidi? E quando potremo vederle?

Arrivano le Geminidi, così il 2021 ci saluta con uno spettacolo che possa essere di grande auspicio

A quanto pare bisognerà attendere solo pochi giorni per restare a bocca aperta grazie alle Geminidi. Queste, infatti, si verificheranno nella notte tra il 13 e il 14 dicembre prossimo. Comunemente chiamate “stelle cadenti di inverno”, in realtà sono delle meteore.

Più in generale, le Geminidi sono uno sciame di meteore, tra l’altro considerato come uno dei più belli. Inoltre, sembra proprio che in questo mese di dicembre 2021, nella migliore delle ipotesi, si possano avvistare ben 120 meteore all’ora nel picco.

Certo, una visione del genere già ci fa alzare gli occhi al cielo, ma non sarà del tutto possibile. Il motivo? La Luna, quest’anno, appare essere molto luminosa. Un fattore del genere, in un certo senso, potrebbe rovinare lo spettacolo tanto atteso. Ma, per fortuna, le Geminidi sono molto potenti e, anche se in piccola parte, le si potrà comunque vedere.

Cosa sono e da dove nascono?

Il nome potrebbe aver già fatto intuire la loro origine. Le Geminidi, infatti, sono uno sciame di meteore derivanti dalla costellazione dei Gemelli presenti in cielo. Queste, inoltre, non sono legate ad una cometa, ma ad un asteroide. Per la precisione, stiamo parlando dell’asteroide 3200 Phaethon. Esso investe quasi 1,4 anni per fare il suo giro intorno al Sole.

Al nostro occhio, dunque, lo sciame di meteore si mostreranno molto bianche e molto molto veloci. Nonostante queste passino per l’emisfero boreale, saranno visibili anche in quello opposto, ovvero l’australe. Comunque sia, per quanto riguarda noi, che ci troviamo nel primo emisfero, la situazione che ci ritroveremo dinanzi è la seguente.

Nella notte prima indicata, la Luna si sposterà più verso ovest e attraverserà le stelle della costellazione dei Pesci. Alle 04,00 di mattina la stessa tramonterà permettendo, dunque, di poter ammirare intorno alle 05,45 lo sciame delle Geminidi. Nel buio più assoluto lo spettacolo sarà visibile a occhio nudo.