Maturità 2022, un possibile esame copia e incolla di quello passato

scuola 10 gennaio maturità 2022 24 cfu filosofia patrizio bianchi ministro dell'istruzione scuola

Non ancora ci siamo addentrati nel 2022 che il ministro Bianchi ha già pensato all’esame di Maturità del prossimo anno. Senza troppi giri di parole, è possibile, al 100%, che anche i maturandi di quest’anno debbano affrontare la stessa struttura dell’esame dell’anno scorso. Insomma, a quanto pare, si mantiene una versione light della prova finale dei 5 anni di istruzione secondaria. E, dunque, questo vuol dire che l’esame come lo ricordiamo, in molti, è ancora lontano. Nonostante da settembre molti studenti italiani siano ritornati a scuola, il MIUR vuole essere cauto in occasione del primo esame importante della vita dei ragazzi. Scopriamo le informazioni in merito che circolano al momento.

Tutte le anticipazioni della Maturità 2022

Può sembrare strano, ma già si conosce la data di inizio dell’esame di Maturità 2022. Tutti quei ragazzi pronti a completare il loro percorso di formazione superiore, saranno esaminati in data 22 giugno 2022. A questo si aggiunge che l’esame da affrontare non sarà molto diverso da quello degli ultimi due anni.

In molti si chiedono perché il ministro abbia deciso comunque di lasciare la forma light della prova di stato. E la risposta è davvero molto semplice: è negli interessi dei giovani che affronteranno il loro primo esame. Infatti, i maturandi di quest’anno sono tutti coloro che dal terzo anno in poi hanno dovuto seguire le lezioni in Dad. Di conseguenza, il ministro Bianchi non si sognerebbe mai di metterli in difficoltà introducendo la modalità di esame prima del Covid.

Quindi, per essere molto sintetici, l’esame di Maturità del 2022 avrà solo il maxi orale e la tesina concordata coi docenti. Per quanto riguarda le prove scritte, nei due anni trascorsi queste erano state abolite. Eppure, il ministro sta pensando almeno di introdurre la prima prova, ovvero il tema di italiano. Ma per il momento non vi è certezza dato che tutto dipenderà dall’andamento dei contagi.

Per quanto riguarda le misure di sicurezza, è ancora troppo prematuro conoscere le disposizioni in tal senso. Allo stesso modo, sicuramente verrà garantita la Dad in casi eccezionali.

Anche la commissione resterà la stessa?

A quanto pare, la formula non cambierà nemmeno per la commissione che dovrà esaminare i ragazzi. Anche quest’anno, dunque, i maturandi avranno a che fare con una commissione interna. Ovviamente, però, l’unico ad essere esterno è il presidente. Questo sarà nominato dal dirigente preposta dall’USR, invece, i 6 commissari interni saranno scelti nei consigli di classe.

Queste sono le prime notizie sull’esame di Maturità, ma è possibile che nel corso dei mesi le cose possano cambiare. Per questo motivo, attendiamo aggiornamenti.

Intanto, ai maturandi indecisi proponiamo i corsi di laurea più assurdi e stravaganti in Italia e nel mondo.

Pubblicato
Etichettato come Scuola

Di Katia Russo

Ciao, sono Katia, sono laureata in Lettere Moderne presso l’Università di Salerno e attualmente sto continuando il percorso magistrale. Sono una grande curiosona, mi piace conoscere e trasmettere quante più notizie originali riesco a trovare. Adoro leggere, scrivere, disegnare, il cinema, la musica, l’arte e la cultura.