Superbonus in condominio con unità riscaldate con stufa a gas o elettrica mobile, si può accedere alla maxi detrazione?

Supebonus in condominio e mancanza di riscaldamento fisso in unità immobiliare, come si può fare? Questa è una domanda che spesso i Lettori rivolgono all’Esperto di InformazioneOggi.it. La confusione si è creata perchè inizialmente la bozza di decreto prevedeva anche la possibilità di riscaldamento mobile. Poi, tale clausola è stata eliminata e più volte l’Agenzia delle Entrate e l’Enea ha chiarito la definizione di impianto termico che da diritto alle agevolazioni di Superbonus e Ecobonus.

Una Lettrice ci scrive: “Salve, si parla sull’argomento se in un palazzo si possa o no fare il Superbonus 110 anche quando in uno solamente degli appartamenti dello stabile manca completamente l’impianto di riscaldamento. Inoltre, detto appartamento è corredato solamente di stufe elettriche o a gas mobili. Tutti gli altri appartamenti (di altri proprietari) hanno il riscaldamento fisso con caldaia autonoma.

Vorrei cortesemente un parere con urgenza perché c’è una riunione condominiale imminente in cui si discuterà del 110 e sull’impedimento che alcuni ritengono valido sul fatto che uno degli appartamenti non ha impianto di riscaldamento fisso.

In altre parole, io che non ho nel mio appartamento un impianto fisso di riscaldamento. Quindi, non potrò usufruire di un impianto di riscaldamento cosiddetto “trainato”. Ma, quello che vorrei sapere è se almeno posso partecipare al Superbonus 110 sulle parti comuni dello stabile. Se mi risponderete vi ringrazio e vi saluto”.

Superbonus in condominio e stufa a gas o elettrica mobile, si può accedere alla maxi detrazione?

La normativa precisa, come descritto in vari nostri articoli su “Superbonus 110% per casa senza riscaldamento o con vecchio camino“, la condizioni di verifica per la richiesta dell’ecobonus e superbonus, riporti l’impianto di climatizzazione invernale deve essere fisso senza limiti di potenza minima inferiore ed alimentato con qualsiasi vettore energetico. Inoltre, l’impianto di riscaldamento deve essere funzionante e riattivabile con un intervento di manutenzione ordinaria o straordinaria, lo riporta la circolare dell’Agenzia delle Entrare n. 24/E del 2020.

Inoltre, in assenza di impianto termico nelle unità abitative, o nel caso specifico in un’unica unità abitativa, se il condominio delibera l‘esecuzione dei lavori che danno diritto al Superbonus, i condomini delle unità abitative che sono sprovviste di impianto termico, non potranno usufruire dei benefici del Superbonus e dell’Ecobonus.

>>>Appartamenti in condominio sprovvisti di impianto termico, è possibile accedere al Superbonus 110?

Tale aspetto è chiarito anche dall’Agenzia delle Entrate nell’interpello n. 557 del 25 agosto 2021.

Risposta

In riferimento al Superbonus per le parti comuni del condominio con interventi energetici, lei potrà partecipare per la sua quota millesimale. Inoltre, potrà accedere in base alla detrazione o all’opzione di cessione del credito o sconto in fattura. L’opzione dovrà essere stabilita in sede di assemblea condominiale con approvazione dello studio di fattibilità dei lavori. Ma non potrà accedere al Superbonus 100% per il suo appartamento.

Se hai dubbi o domande, inoltra una mail all’Esperto risponde: esperto.informazioneoggi@gmail.com