Brioche di Natale: soffice e delicata perfetta per la colazione

brioche di natale

Una brioche perfetta da consumare per la colazione di Natale. Un impasto soffice al profumo d’arancia e poi farcito con albicocche secche e cioccolato; sembra un panettone. Ingredienti semplici e genuini, che insieme richiamano tutti sapori dell’atmosfera natalizia. Semplice da fare e tanto golosa, ottima da assaporare vicino al caffè latte, ma anche da proporre ai nostri ospiti.

Brioche di Natale soffice che profuma di festa

È l’idea giusta da portare in tavola, non solo per la colazione nel giorno di Natale, ma anche per allietare i nostri ospiti o commensali. La brioche dall’impasto soffice e alveolato, sembra quasi un panettone. Infatti, sostituisce in maniera perfetta il dolce tipico delle feste per eccellenza. Sia per la forma che per i profumi, possiamo vantare di aver preparato in casa, un quasi panettone. Tutti lo adoreranno, tanto da richiedere il bis e spazzolarlo via in un attimo.

La ricetta è semplice, fatta con poco lievito di birra per una lievitazione lunga, che conferisce così sofficità e durata nel tempo. Ma se si vogliono accorciare i tempi, basta aumentare le dosi di lievito. A decorare la brioche di Natale, una semplice glassa all’arancia completata da zeste e gocce di cioccolato.  

>>>> Torta di rose Natalizia morbida e profumata con cannella e arancia

Ingredienti

  • Farina per pizza tipo 0 400 g
  • Zucchero 60 g
  • Latte 170 g
  • Lievito secco 5 g (oppure 15 g fresco)
  • Uova 2
  • Arancia 1 buccia
  • Miele 1 cucchiaino
  • Burro 40 g
  • Sale 5 g
  • Albicocche secche 100 g
  • Gocce di cioccolato 100 g
  • Pirottino per panettone da 1 Kg

Decorazione

  • Zucchero a velo 5 cucchiai
  • Succo d’arancia Q.B
  • gocce di cioccolato

Preparazione: brioche di Natale

In un pentolino riscaldare il latte con la buccia grattugiata dell’arancia. Poi lasciarlo intiepidire per 10 minuti, intanto setacciare la farina e preparare il resto degli ingredienti. Nella ciotola della planetaria versare la farina, lo zucchero, il lievito, le uova, il miele e il latte, lasciandone un po’ da parte.

Azionare la macchina con il gancio a spirale, lavorare e attendere che l’impasto si aggrappi interamente al gancio. Poi se il composto risulta piuttosto sostenuto, possiamo aggiungere il latte lasciato da parte. Aggiungendolo poco alla volta e a filo, facendolo assorbire prima di aggiungere altro. L’impasto deve sempre rimanere aggrappato al gancio. Poi, fermare la macchina e ripulire il gancio dall’impasto facendolo cadere nella ciotola.

Dopodiché azionare di nuovo e impastare fino quando risale di nuovo al gancio. Adesso, aggiungere il burro tenuto a temperatura ambiente, aggiungendo un pezzetto alla volta e per tre volte. Prima di unire l’ultimo pezzo di burro, aggiungere il sale. Completare l’impasto, poi trasferirlo su una spianatoia, fare un giro di pieghe e poi arrotondare. Infine, trasferire in una ciotola leggermente unta e poi riporla in un luogo riparato per farlo lievitare fino al raddoppio, occorreranno almeno 6 ore. Va bene il forno con la luce accesa, oppure con una bottiglia di acqua calda all’interno.

Brioche: forma e decorazione

Una volta raddoppiato, trasferire il panetto su una spianatoia leggermente infarinata fare un giro di pieghe e poi stendere in un rettangolo. Distribuire le albicocche tagliate in pezzi e le gocce di cioccolato, poi arrotolare dal lato lungo. Adesso arrotolare il filone su sé stesso, chiudendolo a chioccia e infine posizionarlo nel pirottino.

Coprirlo con pellicola e trasferirlo nel forno per la seconda lievitazione. Quando raggiunge quasi il bordo dello stampo, infornare in forno già caldo a 160° per 40 minuti. Poi sfornare e lasciarlo intiepidire. Preparare la glassa all’arancia: in una ciotola setacciare lo zucchero a velo, poi aggiungere mescolando poco succo alla volta. Ottenere una glassa leggermente fluida, poi versarla sulla brioche. Infine decorare con gocce di cioccolato e zeste di buccia d’arancia.

Brioche di Natale: interno fetta
Pubblicato
Etichettato come Cucina

Di Imma Castaldo

Ciao sono Imma, la mia più grande passione è la cucina e tutto ciò che ne deriva. Una passione che coltivo fin da ragazza, che poi ho dovuto mettere un po’ da parte con l’arrivo dei miei pargoli. Ora che sono grandi ho ripreso a mettere le mani in pasta. Dal dolce al salato, dai primi ai secondi, passando per ricette della tradizione, arrivando poi alla pizza e panini per accontentare tutti. Impastare e sperimentare ricette nuove mi rilassa e mi tiene occupata, ho imparato ad avere pazienza e rispettare i tempi di lievitazione dei miei impasti, mi piace molto utilizzare il lievito madre. La passione più grande sono i dolci, non smetterei mai di farli ma anche di mangiarli. Ho scoperto poi che oltre a cucinare è bello raccontare e trasmettere ricette e consigli.