In aumento i casi di tumori tra i giovani: i dati sono inquietanti

Negli ultimi venti anni il numero di tumori tra i giovani è salito in maniera inquietante. A manifestare la sua preoccupazione Roberto Burioni.

Il professore di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano ha espresso la sua preoccupazione per il boom di tumori tra la popolazione più giovane.

Tumori in aumento tra i giovani
Perché sono aumentati i tumori tra i giovanissimi? (Informazioneoggi.it)

Nel mondo i tumori colpiscono sempre più persone. La crescita registrata negli ultimi venti anni è eccessiva. Parliamo di un 13% in più di diagnosi negli Stati Uniti su persone di età inferiore a 50 anni. Nel resto del mondo la situazione è altrettanto preoccupante. I numeri parlano chiaro mentre si è all’oscuro di un possibile collegamento con una qualsiasi causa. Medici, virologi, ricercatori non sanno quale sia il motivo dietro questo fenomeno dilagante sottolineato dal Wall Street Journal e ribadito dall’esperto Burioni.

I dati che spaventano riportano un incremento dai 95,6 casi su 100 mila persone under 50 del 2000 ai 107,8 casi su 100 mila del 2019. L’aumento è stato registrato in tutto il mondo ma specialmente nel nord America, in Australia e nell’Europa Occidentale. Si può ipotizzare una causa dietro questo fenomeno?

La possibile spiegazione dell’aumento di tumori nei giovani

Tra i motivi scatenanti l’aumento dei tumori nei giovani c’è il nuovo stile di vita adottato dai cittadini. Le abitudini sono cambiate nel tempo e a prendere il sopravvento sono state le cattive abitudini. Il riferimento è ad una riduzione dell’attività fisica, al consumo di cibi poco genuini e processati in modo eccessivo nonché all’arrivo di nuove tossine.

Si deve iniziare, dunque, una nuova lotta dopo quella contro il fumo che è servita a ridurre i casi di tumore ai polmoni dal 1991 in poi. Se adesso le cause sono diverse bisogna combattere in altro modo oltre che spegnendo le sigarette. Tra i tumori più frequenti quello del colon retto per gli under 55 (quasi il doppio rispetto al 1995). Molto spesso la malattia è fatale perché si arriva ad una diagnosi troppo tardi.

Poi ci sono i cambiamenti ambientali da considerare tra le possibili cause dell’inquietante fenomeno. Altra ipotesi da vagliare tra le tante con gli esperti che sono ancora in alto mare. Non sanno con certezza a cosa è riconducibile l’aumento dei casi di tumore tra i giovani. Ciò che è certo è che una patologia fino a poco tempo fa definita come una malattia dell’invecchiamento è oggi sempre più diffusa tra gli under 50. Cibo, farmaci, abitudini, ambiente, vaccini, smartphone c’è qualcosa che fa ammalare più di prima e che deve essere identificato.

Lascia un commento


Impostazioni privacy