I Tumori sono contagiosi per davvero, ecco come passano da un corpo all’altro: lo studio

I tumori sono contagiosi? Fino ad oggi pensavamo di no, ma un recente studio ha ribaltato tutte le certezze.

Forse la domanda, alla quale pensavamo di sapere risposta, è tornata in auge a seguito dell’aumento di diagnosi di tumore.

Tumori sono contagiosi
InformazioneOggi

I ricercatori stanno cercando di capire come mai, e sono diverse, al momento, le teorie. Innanzitutto dobbiamo tristemente ammettere che viviamo in un mondo sempre più inquinato. E ciò sicuramente fa insorgere i tumori più facilmente. Negli ultimi tempi, poi, una famosa oncologa ha lanciato un allarme: forse i tumori sono scatenati anche dai Vaccini a mRNA.

E se invece fosse proprio che i tumori contagiano le persone vicine a chi li ha? Se così fosse sarebbe molto preoccupante. Uno studio recente ha messo in campo proprio un’ipotesi del genere. Ecco cosa hanno scoperto alcuni scienziati.

I Tumori sono contagiosi per davvero, ecco come passano da un corpo all’altro: lo studio

Alcuni scienziati hanno cercato di capire se persone conviventi o unite da parentela potessero trasmettersi malattie come il Tumore. Come sappiamo, il cancro non è certo qualcosa come l’influenza, e come tale non passa da una persona all’altra tramite – ad esempio – uno starnuto.

C’è un “però”. Alcuni studiosi dell’Università di Trento, che hanno poi pubblicato lo studio su Nature, hanno ipotizzato un meccanismo. La trasmissibilità attraverso il microbiota intestinale.

Sappiamo già che il microbiota è come un organo a sé stante, che regola numerosissime funzioni e influisce sul sistema immunitario. I ricercatori hanno esaminato 9 mila campioni di feci e saliva di persone viventi in 20 Paesi del mondo. Hanno scoperto, tra le altre cose, che la madre passa al feto e dunque al futuro bambino, metà del microbiota. Il bambino riceve così le informazioni e poi sviluppa anche la sua parte.

Ma non è tutto: secondo gli studiosi, il microbiota passa da un organismo all’altro anche in caso di convivenza prolungata, quindi tra parenti, amici o partner.

Se così fosse, dunque, ciò che fa ammalare una persona potrebbe essere “trasmesso” all’altra. Non parliamo solamente di Tumori ma anche patologie come il diabete o le malattie cardiovascolari, per citarne alcune.

Attualmente i medesimi ricercatori stanno studiando le abitudini dei bambini dell’asilo nido, per capire se il “contagio” del microbiota avvenga anche in soggetti che stanno a stretto contatto anche senza parentela o altri tipi di legami.

La scoperta apre inimmaginabili scenari, e se da una parte possiamo provare una certa preoccupazione, dall’altra la Scienza potrà utilizzare queste conoscenze per trovare cure migliori.

(le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e riguardano studi scientifici o pubblicazioni su riviste mediche. Pertanto, non sostituiscono il consulto del medico o dello specialista, e non devono essere considerate per formulare trattamenti o diagnosi)